Mondo, 09 ottobre 2018

Matteo Salvini incontra Marine Le Pen: "insieme per salvare l'Europa dall'UE"

foto voiceofeurope.com
Faccia a faccia tra Matteo Salvini e Marine Le Pen a Roma ieri 8 ottobre in vista delle elezioni europee che si terranno a maggio 2018, anche se lo stesso viceministro italiano ha precisato che l'incontro non è un incontro elettorale.

“Stiamo lavorando insieme ad un progetto comune di Europa e di futuro da anni”, mette in chiaro il vicepremier e ministro dell’Interno. Le elezioni europee del maggio prossimo saranno la cartina tornasole del lavoro svolto in questi anni da quello che Salvini chiama “fronte della libertà”. Un fronte populista pronto a conquistare il Parlamento e la Commissione europea. Non una lista unica, ma, di sicuro, un “progetto comune”. “Un’idea di futuro comune e, se possibile, anche candidati comuni a ricoprire i ruoli più delicati”, annuncia il leader della Lega.

L’obiettivo, quindi, è quello di unire le forze una volta approdati in aula a Strasburgo, forti delle percentuali conquistate dai partiti populisti in ogni singolo Paese europeo. Percentuali che crescono a vista d’occhio anche per i “lepenisti” che guadagnano consensi in patria anche grazie al al crollo della popolarità del presidente Emmanuel Macron invischiato negli scandali che hanno travolto l’Eliseo, dal caso Benalla in poi.

"Condividiamo la stessa idea dell'Europa, dell'agricoltura, del lavoro, della lotta contro l'immigrazione" ha ribadito Salvini "Siamo contro i nemici dell'Europa, che sono (Jean-Claude) Juncker e (Pierre) Moscovici, chiusi nel bunker di Bruxelles", parlando del presidente della Commissione europea e degli affari economici europei commissario.

"Non torneremo indietro, non torneremo indietro", ha detto Salvini riguardo ai piani del budget italiano, aggiungendo che "gli speculatori che agiscono come (George) Soros scommettono sul collasso dell'Italia per comprare a prezzi convenienti le aziende sane, e ce ne sono molti , che sono rimasti in questo paese ".

Salvini e Le Pen sono convinti che le elezioni del Parlamento europeo nel maggio 2019 saranno l'inizio di cambiamenti spettacolari in Europa grazie ai voti dei populisti in ascesa in praticamente ogni nazione europea.

"Insieme a Matteo (Salvini) non stiamo combattendo contro l'Europa, ma contro l'Unione europea che è diventata un sistema totalitario e combattiamo contro l'Unione europea per salvare la vera Europa", ha detto Le Pen, politico populista francese.

Secondo Le Pen "l'UE ha calpestato i valori della solidarietà: siamo ora giunti a un momento storico" riferendosi alle elezioni europee. "A maggio riusciremo a formare un'unione che prenderà il via con nuovi valori contro la globalizzazione".

Salvini afferma infine di condividere con Le Pen "valori, principi, coerenza, orgoglio". Per poi concludere "alla fine di maggio, assisteremo ad una rivoluzione del buon senso".

Guarda anche 

L'Italia non vuole capire e fa i... Conte senza l'oste

Diventa sempre più controversa la decisione del Governo Conte di aprire le frontiere il 3 giugno, confermata venerdì, dopo la fuga in avanti annunciata gi&a...
01.06.2020
Svizzera

Tra scontri e contraddizioni, l'UE è sempre più divisa

Questa volta il compito della Commissione europea rasenta i limiti dell’impossibile. La missione di Ursula von der Leyen è tanto ostica quanto comp...
28.05.2020
Mondo

Il Parlamento UE vuole africanizzare l’Europa!

Il delirante patto ONU sulla migrazione, messo in “stand by“ prima delle elezioni federali (assieme allo sconcio accordo quadro istituzionale) attende sempre ...
25.05.2020
Mondo

Macron ha perso la maggioranza dei seggi in Parlamento

La République en Marche (Lrem), il partito politico fondato dal presidente francese Emmanuel Macron nel 2016, ha perso la maggioranza assoluta dei s...
21.05.2020
Mondo