Ticino, 26 settembre 2018

I ticinesi dicono NIET all'accordo quadro con l'UE

Il sondaggio della SRG SSR rivela le intenzioni degli svizzeri in merito all'accordo quadro con l'UE

Ritiene giusto che il Consiglio Federale cerchi di negoziare un accordo quadro istituzionale con l'UE? Questa è la domanda posta dalla SRG SSR a cui 12'179 svizzeri hanno risposto. 
Il "röstigraben" si è fatto sentire. Difatti a rispondere affermativamente ci sono gli svizzerotedeschi con il 59% e i romandi con il 66%, ma i ticinesi hanno risposto niet. 

Il 55% dei ticinesi boccerebbe l'intenzione di negoziare con l'Unione Europea un accordo quadro, mentre è condiviso in tutta la svizzera che le misure di accompagnamento in materia di libera circolazione non vanno attenuate ed indebolite, ad esprimersi favorevolmente ci sarebbe un misero 4%.
Un chiaro NO anche ad indebolire la protezione dei salari, il SI incasserebbe anche qui uno scarso 9%.

Guarda anche 

Partenza a tutto gas: la Svizzera è tutt’altra cosa rispetto a Pechino

HELSINKI (Finlandia) – L’incubo della sconfitta subita a Pechino per 5-3, il facile successo ottenuto contro l’Italia, giocando anche a un ritmo molto b...
16.05.2022
Sport

Festa Lugano, Ticino in trionfo: il Crus nella storia

BERNA – “Ci credevo dallo scorso 2 settembre. Questo era l’obiettivo”. Parole e musica di Mattia Croci-Torti che ha così commentato ieri la...
16.05.2022
Sport

Lugano, è tutto vero! La Coppa Svizzera è tua!

BERNA – Era il sogno, neanche tanto nascosto, degli ultimi due mesi. Era l’obiettivo che il Lugano, i suoi tifosi e tutto il Canton Ticino avevano messo nel m...
15.05.2022
Sport

“I nostri anni meravigliosi Malfanti il trascinatore”

LUGANO - Adriano Coduri ha quasi 85 anni e sente gli acciacchi della vita anche se non se ne cura troppo. Risiede sempre a Rancate, il paese in cui è cre...
15.05.2022
Sport