Sport, 18 settembre 2018

I temi caldi della stagione LNA: ne parliamo con Kossmann

Il Lugano prova a vincere il titolo, l’Ambri Piotta cerca una salvezza tranquilla

LUGANO - I temi più scottanti della stagione entrante: ne abbiamo parlato con Hans Kossmann, ex coach dello Zurigo campione svizzero. Poi un addio amaro anche se atteso: dopo aver riportato la squadra tigurina ai vertici nazionali (battuto in finale il Lugano) ha dovuto fare le valigie per far posto al suo connazionale Serge Aubin.

Ma i Lions erano stati chiari con il coach di Vancouver quando lo avevano assunto sul finire del 2017 per sostituire lo svedese Hans Wallson. “Concludi la stagione e poi, indipendentemente dal risultato, al tuo posto ci sarà un altro”. Un po’ com’era successo a Lars Leuenberger nel 2016. Con Kossmann abbiamo voluto parlare del nuovo campionato e dei suoi possibili risvolti.

Allora, Hans, da dove ripartiamo?
Dallo Zurigo campione svizzero e ancora favorito. Se conosco il mio successore Aubin? L’ho avuto come giocatore a Ginevra quando ero vice di Mc Sorley. Buon giocatore, leader, capace e competente. In Austria ha fatto bene, ma il nostro torneo è più difficile… 

Dunque?
Non avrà un compito semplice, perché Zurigo è una piazza molto esigente. Ma gli auguro ogni bene. Come detto, la mia ex squadra parte favorita, il Berna e il Lugano sono subito dietro. Mi aspetto molto dal Losanna, che si è parecchio rinforzato. Segnalo Kenins, che ha giocato con me a Zurigo o Bertschy, reduce da una esperienza Oltre Oceano. Elementi sicuri.

Torna Mc Sorley...
E non potrà che far bene. Chris è un eccellente coach ed un manager di qualità. A Ginevra sono tutti contenti del suo ritorno.

Due parole sull’Ambrì Piotta?
Ha scelto di tornare ad essere un club formatore. E fa benissimo. La scorsa stagione si è salvato senza troppi patemi. Ma ogni anno diventa sempre più difficile. La partenza di Fora non sarà facile da digerire…

MDD

Guarda anche 

Maxi-cantiere a Ginevra, impresa italiana sospettata di dumping sparisce nel nulla causando ritardi e costi milionari

Un'impresa italiana sospettata di sottopagare i propri dipendenti sul cantiere del futuro deposito dell'azienda dei trasporto pubblici di Ginevra (TPG) ha fatto p...
18.07.2019
Svizzera

Fugge da un istituto psichiatrico, un poliziotto gli spara

Un uomo fuggito da un'istituto psichiatrico ha perso la vita mercoledì sera durante un'operazione di polizia a Berna. Ritenuto un "pericolo imminente&...
18.07.2019
Svizzera

Dei corsi di nuoto per i richiedenti l'asilo per far diminuire gli annegamenti

Quasi la metà delle vittime di annegamento in Svizzera sono di origine straniera. Nel 2018 sono state 37 persone a perdere la vita l'anno scorso in laghi e cor...
18.07.2019
Svizzera

È arrivato Spooner, ma l’addio di Lapierre spacca in due la tifoseria

LUGANO – Sono trascorsi solo pochi giorni dall’annuncio dell’addio di Maxim Lapierre al Lugano e il club bianconero ha subito risposto presente, mettend...
18.07.2019
Sport