Mondo, 15 settembre 2018

A meno di dieci giorni dallo sbarco dall'Africa viene già arrestato per spaccio di droga

C'è chi l'ha definito un record, quello di un cittadino tunisino recentemente giunto in Italia e che è stato trovato in possesso con un quantitativo non indifferente di 682 grammi di eroina ad appena 9 giorni dal suo arrivo sul continente. Come riporta il Corriere Adriatico, in manette è finito un tunisino 18enne è stato preso con quasi 7 etti di eroina trovati in un appartamento in cui aveva trovato momentaneamente alloggio. Il giovane, ospitato da alcuni suoi connazionali, è arrivato solo nove giorni fa, giunto dall’Africa in Italia, a Ascoli nella regione delle Marche. L'arresto è avvenuto a fine agosto ma se n'è avuto notizia solo oggi.


Nel corso della perquisizione domiciliare i poliziotti hanno sequestrato 682 grammi di eroina, che si presume sarebbe stato destinato allo spaccio lungo le zone della riviera adriatica. Davanti al giudice per le indagini preliminari e al pubblico ministero si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto dell’extracomunitario. Entrambi i magistrati si sono trovati concordi, in considerazione dell’elevato quantitativo di droga sequestrato, nell’applicazione più severa della pena, quindi al tunisino è stata confermata la detenzione in carcere in attesa che il giudice per le udienze preliminari decida se rinviarlo o meno a giudizio. Il tunisino si trovava in Italia da nove giorni per cui non conosce l'italiano, cosa che ha richiesto, nel corso dell’udienza di ieri, la presenza di un interprete per cui si sono dovute superare non poche difficoltà .   

Guarda anche 

"La metà dei migranti malati scappa prima di terminare il trattamento sanitario iniziato", tra questi casi di tubercolosi e hiv

La metà dei migranti che giungono in Italia interrompono il trattamento sanitario iniziato scappando dalla struttura di cui erano ospiti. A riferirlo è il d...
14.11.2019
Mondo

Miliardo di coesione all'UE a un passo dall'approvazione

L'approvazione del miliardo di coesione all'UE si avvicina. La commissione di politica estera del Consiglio nazionale ha infatti raccomandato alla camera bassa di...
13.11.2019
Svizzera

Politico polacco riceve fattura del telefono salata, ora chiede all'UE di abolire il roaming con la Svizzera

Il roaming, si sa, può portare brutte sorprese a chi viaggia all'estero e non fa attenzione. Lo ha scoperto anche Radoslaw Sikorski, un ex ministro degli ester...
11.11.2019
Svizzera

Lugano, se non segni non vinci. Ma la crescita è evidente

SAN GALLO – La matematica non ha ancora chiuso le porte europee al Lugano, ma ora i bianconeri per sognare un passaggio del turno in Europa League devono centrare i...
08.11.2019
Sport