Sport, 13 settembre 2018

In ritardo all’allenamento: “Sono stato aggredito e rapito”. Ma sette anni dopo…

L’incredibile storia di Somalia, giocatore brasiliano all’epoca del Botafogo, è tornata a far parlare di sé: “Avevo inventato tutto”, ha spiegato il 34enne

RIO DE JANEIRO (Brasile) – Quante volte, anche ai livelli di calcio di regionale, è capitato di arrivare in ritardo ad un allenamento e di inventarsi una scusa, plausibile, per evitare i rimproveri o le multe? Ebbene, qualsiasi scusa voi abbiate mai scelto, non potrà mai competere con quella scelta da Somalia, il cui nome originale è Paulo Rogerio Reis da Silva, che nel 2011 decise di inscenare un rapimento per non incorrere nella sensazione del Botafogo per il ritardo agli allenamenti.

Somalia, infatti, avrebbe perso il 40% del suo stipendio mensile. Evidentemente troppo per l’allora 27enne che dichiarò di essere stato aggredito, rapito e rapinato
e per questo impossibilitato ad essere al centro sportivo quel giorno. Ma la sua bugia, poco studiata, venne smascherata dalla polizia che tramite le immagini di videosorveglianza del palazzo del giocatore, scoprì che in realtà Somalia era tornato a casa alle 5 del mattino dopo aver partecipato a una festa e aveva nascosto tutti i preziosi nel garage.

Il club allora glissò sull’accaduto, anche se multò lo stesso il calciatore e mandato in prestito fino alla fine del suo contratto: attualmente, il 34enne è svincolato e a distanza di sette anni ha finalmente ammesso la sua bugia.

Meglio tardi che mai, verrebbe da dire!

Guarda anche 

Bello, ricco e anche famoso. All’occorrenza stupratore

LUGANO - Il recente caso del calciatore Dani Alves ha scosso nuovamente le coscienze: il brasiliano - famoso, ricco, un tempo pieno di talento calcistico - è ...
02.02.2023
Sport

Dani Alves in carcere se la gioca a calcio: “Niente mi spaventa”

BARCELLONA (Spagna) – È tornato a parlare Dani Alves, dal carcere spagnolo dove è detenuto con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una rag...
31.01.2023
Sport

Il ventennio maledetto del calcio ticinese

CHIASSO - 2003 - Lugano. Helios Jermini. Con la morte-suicidio del presidente Helios Jermini, avvenuta in una fredda mattina nei pressi di Brusino ad inizio mar...
31.01.2023
Sport

“Mister Stefano Maccoppi non è minestra riscaldata”

BELLINZONA - Paolo Gaggi è il direttore sportivo del Bellinzona da ormai 10 anni, da quando i granata - reduci dal fallimento - ripartirono dalla Seconda...
30.01.2023
Sport