Sport, 08 settembre 2018

Parte l’avventura rossocrociata: l’Islanda sul cammino della Svizzera

Questa sera a San Gallo la Nazionale giocherà la prima partita della Nations League

SAN GALLO – Dimenticare la Svezia, dimenticare la cocente eliminazione agli ottavi di finale del Mondiale, dimenticare le tante (troppe) diatribe scaturite dall’ultima Coppa del Mondo (Aquile bicipite e non solo), per puntare alla Nations League e, cosa più importante, iniziare al meglio il cammino vero Euro 2020.

Queste sono le intenzioni e gli obiettivi della Svizzera che questa sera (ore 18) sfiderà l’Islanda a San Gallo per la prima partita valida per la nuova manifestazione continentale per club. In un girone a tre (l’altra formazione inserita nel Gruppo 2 della prima fascia è il Belgio) sarà fondamentale partire bene, specie tra le mura amiche. Non sarà una passeggiata per gli uomini di Petkovic che si confronteranno con quella che negli ultimi anni si è rivelata la vera sorpresa del calcio europeo per nazionali.

Lo stesso ct ha apportato alcuni cambiamenti nelle sue convocazioni e ne apporterà altre, benché minime, nell’11 che schiererà in campo. Il cambio più importante riguarderà quasi sicuramente il ruolo di Xherdan Shaqiri: con l’assenza di Dzemaili, toccherà al neo giocatore del Liverpool giostrare dietro le punte. Una posizione che il numero 23 può coprire, che ha già coperto in passato nelle prime due uscite della Svizzera targata Petkovic (anche se senza grandi risultati) e che ha trovato l’approvazione di tutti i componenti del gruppo elvetico.

Quello che inizia stasera sarà un viaggio lungo, interessante e anche ricco di insidie e di ostacoli da superare per raggiungere non solo l’obiettivo europeo, ma anche per provare finalmente a fare quel salto di qualità in più che è sempre venuto meno alla nostra Nazionale al momento della verità.

Guarda anche 

“Lucerna molto pericoloso. Ci aspetta una sfida rognosa”

LUGANO - Mijat Maric: oggi a Lucerna lei e Lovric sarete della partita. Bella notizia. Andiamoci piano (ride), la formazione non è ancora no...
26.09.2021
Sport

Tra calci(o) e pugni urge il pugno duro: il parere dei nostri lettori

LUGANO – Quanto avvenuto una settima fa sul campo di Bellinzona tra Semine e Locarno, ha lasciato un po’ tutti a bocca aperta, ma fino a un certo punto: purtr...
26.09.2021
Sport

Fa tutto il GC, ma la beffa è bianconera

LUGANO – C’era molta attesa, inutile negarlo, per la prima partita del Lugano targato Mattia Croci-Torti. Il Crus, dopo 2 match vissuti da allenatore ad inter...
24.09.2021
Sport

Rissa in campo: parla la FTC

GIUBIASCO – Oltre all’intervista a noi rilasciata dal responsabile della Sezione Disciplinare della FTC, la Federazione ticinese di calcio è voluta int...
23.09.2021
Sport