Sport, 07 settembre 2018

Lugano chiamato alla reazione: dentro o fuori dalla Champions?

I bianconeri questa sera sfideranno in casa gli slovacchi del Banska Bystrica: urge un successo non solo per il cammino nella competizione europea, ma anche per mostrare il valore di questa squadra

LUGANO – Fin qui in questo pre stagione, successo con i Rockets a parte, il Lugano ha faticato a convincere tifosi e addetti ai lavori: il cammino della truppa di Ireland verso la ricostruzione di un cerchio quasi perfetto è ancora lungo e irto di insidie, come è logico che sia.

I bianconeri, belli e tremendi su quasi tutto l’arco della passata stagione, tanto da arrivare in finale contro i Lions, questa sera però sono chiamati alla prima vera reazione dell’anno: alla Cornèr Arena arriva il Banska Bystrica. Non c’è solamente da far dimenticare la sconfitta rimediata sabato in terra slovacca (2-5), ma anche da ottenere punti per tenere viva la possibilità di continuare il cammino europeo.

Le prime due sconfitte maturate in trasferta hanno messo Bürgler e compagni nella condizione di dover solo vincere per poter tornare in corsa per quanto concerne il passaggio del turno, ma per farlo ci vorrà un Lugano ben diverso da quello “ammirato” in terra ceca (contro il Plzen) e in terra slovacca.

La speranza che le urla di Ireland di giovedì scorso siano finalmente state recepite dai suoi, puniti fin qui non soltanto dalle qualità degli avversari, ma anche dall’attitudine completamente negativa mostrata nei primi 120’ europei. In caso contrario saranno problemi…

Ireland in ogni modo dovrebbe poter contare su diversi giocatori rientranti dai loro infortuni: i tempi saranno diversi per ognuno, ma il fatto che ieri siano tornati ad allenarsi senza maglia distintiva Loeffel, Fazzini, Bertaggia e Vauclair è un buon segnale.

Guarda anche 

Minacciano il padre di un 17enne: cinque giovani del Luganese in manette

Il Ministero pubblico, la Magistratura dei minorenni e la Polizia cantonale comunicano che il 06.11.2019 sono stati arrestati un 20enne, un 19enne, due 17enni e un 16e...
11.11.2019
Ticino

Cornaredo resta un tabù, in casa il Lugano non vince più

LUGANO – Anche il nuovo tentativo stagionale è naufragato. Ancora una volta la vittoria per il Lugano non è arrivata tra le mura amiche, ancora una vo...
11.11.2019
Sport

Una Svizzera giovane, grintosa e… vincente! Funziona la formula di Fischer

KREFELD (Germania) – Dopo i buoni risultati ottenuti negli scorsi anni ai Mondiali, e con il prossimo appuntamento iridato casalingo che si avvicina, la Svizzera st...
11.11.2019
Sport

Lugano, se non segni non vinci. Ma la crescita è evidente

SAN GALLO – La matematica non ha ancora chiuso le porte europee al Lugano, ma ora i bianconeri per sognare un passaggio del turno in Europa League devono centrare i...
08.11.2019
Sport