Magazine, 07 agosto 2018

Swiss Arctic Project: Tessa é tornata a casa

Sono tornati oggi i cinque ragazzi svizzeri partiti per un'esperienza unica al Polo Nord. Tessa la ragazza ticinese presente nella spedizione dichiara di voler continuare ad occuparsi dell'ambiente.

Gullybreen glacier - getreadygetcold.wordpress.com
Si è conclusa oggi l’esperienza della ticinese Tessa Viglezio partita lo scorso 16 luglio 2018 per raccontare dei cambiamenti climatici dal gelido Artico.
 
Partita munita di macchina fotografica e caldi vestiti dall’aeroporto di Zurigo assieme ad altri quattro ragazzi provenienti dalla Svizzera, è atterrata a Longyearbyen nelle isole Svalbard della fredda Norvegia. Iniziando la sua avventura assieme agli altri giovani sulla nave MV San Gottardo per osservare i cambiamenti climatici nel gelido Polo Nord. Obbiettivo della Swiss Arctic Project per la quale erano stati selezionati. Lo scopo? Lanciare messaggi in diretta dal Polo Nord sui social media, rendendo partecipe la popolazione della loro spedizione, condividendo non solo un esperienza ma anche una sensibilizzazione ambientale.
 
Conclusosi oggi questo “cammino” tra  freddi e stupendi paesaggi, Tessa Viglezio dichiara di voler proseguire il suo impegno nella salvaguardia dell’ambiente.
 “Il mio futuro sarà orientato allo studio del cambiamento climatico”

Il cammino di questa giovane squadra è stato tutto documentato e postato sui social network, dove oltre che a poter leggere le loro esperienze si possono anche osservare immagini di paesaggi stupendi. Per ulteriori informazioni sul progetto: swissarcticproject.org

www.tio.ch

Guarda anche 

Troppi burnout e assenze tra il personale, Swiss deve annullare dei voli

Diverse centinaia di passeggeri di due voli Swiss per Rio e Buenos Aires del 29 e 23 aprile non hanno potuto decollare per mancanza di personale, secondo quanto riporta i...
03.05.2022
Svizzera

Ecco i vincitori dello “Swiss Stop Islamization Award 2022”

I vincitori della quinta edizione del premio nazionale e internazionale “Swiss Stop Islamization Award”, ideato e organizzato dal movimento politico &ldquo...
22.03.2022
Svizzera

L'azienda gli versa 200'000 franchi di troppo, dovrà rimborsarli

Nel febbraio 2011, il dipendente di una filiale Swisscom era stato trasferito da Sion a Martigny (VS). L'uomo aveva beneficiato di un pagamento una tantum di 2'...
02.02.2022
Svizzera

Aiuti finanziari per una stampa che censura?

In vista della votazione del 13 febbraio sul pacchetto di aiuti finanziari a sostegno dei media, anche la stampa mainstream ticinese sembra essersi accorta dell’imp...
24.01.2022
Svizzera