Sport, 26 giugno 2018

VIDEO - Durmaz, svedese di origine turca, minacciato di morte per la punizione di Kross: “Non chiamatemi terrorista”

Il centrocampista aveva commesso l’ingenuo fallo su Werner che è valso il 2-1 alla Germania. Il giocatore chiede rispetto: “Accetto le critiche ma non le minacce alla famiglia”

GELENDZHIK (Russia) – La Svezia prova a fare quadrato intorno a Jimmy Durmaz, centrocampista svedese di origine turca reo del fallo ingenuo su Werner che sabato sera al 95’ ha permesso a Kross di trovare il 2-1 in favore della Germania: un gol, forse, pesante per il futuro di entrambe le nazionali.

La Federcalcio svedese ha pubblicato un video con un messaggio del giocatore stesso:

“Essere criticati fa parte dello sport, e va accettato - dice Durmaz nel video -. Ma non si può accettare l'essere chiamato terrorista, né le minacce di morte alla mia famiglia. Allo stesso tempo voglio ringraziare chi mi è stato vicino. Siamo la Svezia: siamo o non siamo uniti?" chiede Durmaz. 

La risposta dei suoi compagni è chiara e immediata: “Vaff… razzismo”.

Il profilo Instagram di Durmaz era stato preso di mira con messaggi razzisti, vista l’origine turca della famiglia.

Guarda anche 

Parigi sotto shock: “Mbappé ebreo figlio di p…”, sui vagoni della metro

PARIGI (Francia) – Scritte razzisti, pesanti da digerire sono apparse su alcuni vagoni della metropolitana di Parigi. “Mbappé ebreo figlio di p…...
19.02.2019
Sport

Pazzesco in Iran: oscurata partita in tv perché l’arbitro è donna!

TEHERAN (Iran) – Niente partita in tv, la televisione resta spenta, le immagini sono oscurate. Il motivo? L’arbitro è una donna. Può sembrare as...
18.02.2019
Sport

“Sentire le donne parlare di tattica nel calcio mi fa voltare lo stomaco”: è bufera

MILANO (Italia) – Il caso Icardi-Wanda Nara-Inter sta facendo parlare tutti, sta quasi monopolizzando le varie trasmissioni sportive italiane: da Sky, passando per ...
18.02.2019
Sport

Lugano-Renzetti: siamo ai titoli di coda?

LUGANO – Il morale è alto, la vittoria ottenuta ieri a Lucerna ha permesso al Lugano e al presidente Angelo Renzetti di ritrovare il sorriso. Celestini &egra...
17.02.2019
Sport