Mondo, 21 giugno 2018

In poco più di ventiquattro ore decine di migranti dell'Aquarius sono già svaniti nel nulla

In poco più di un giorno, decine dei migranti sbarcati dalla nave Aquarius, finita al centro dell'attenzione internazionale a causa del rifiuto del governo italiano di farla attraccare in un porto italiano, è già svanita nel nulla, rinunciando al cibo e all'aiuto forniti dalla Croce Rossa. Lo riferisce il portale spagnolo mediterraneodigital.
 
In poco più di 24 ore, una ventina aveva già lasciato il palazzetto dello sport dove il gruppo è ospitato temporaneamente. Dei 467 adulti alloggiati nella struttura, il giorno dopo se ne contavano solo 444, dei quali 402 uomini e 42 donne. Degli altri 23 non si hanno più notizie.
 
Gli avvocati dei migranti avrebbero consigliato loro di non lasciare la struttura perché ciò avrebbe potuto influire negativamente sulla loro procedura d'asilo, ma ciononostante diversi di loro non ha seguito il consiglio.
 
Il documento rilasciato ai migranti dalle autorità spagnole consentirebbe inoltre loro di muoversi liberamente su tutto il territorio nazionale spagnolo.

Guarda anche 

Aveva molestato un'adolescente su un autobus, arrestato richiedente l'asilo

I fatti risalgono a metà novembre, quando un richiedente l'asilo proveniente dall'Etiopia aveva pesantemente molestata una ragazza di 16 anni. Oggi, come r...
20.02.2019
Svizzera

Argo 1, parola alla CPI: "Approssimazione e superficialità nel DSS. Beltraminelli ha sottovalutato l'importanza del problema, avrebbe dovuto coinvolgere il Governo"

Il Gran Consiglio dibatteva oggi le conclusioni del rapporto della Commissione parlamentare d'inchiesta (CPI) riguardo al caso "Argo 1", il cui obiettivo er...
18.02.2019
Ticino

Assad spiega perchè certi paesi sono contro il ritorno a casa dei rifugiati: “Temono di perdere finanziamenti”

La crisi dei rifugiati è una fonte di corruzione e di guadagno per funzionari statali e organizzazioni e per questo si oppongono al ritorno al loro ritorno a casa,...
18.02.2019
Mondo

Il paradosso dei paesi europei, rifiutano i cristiani perseguitati

 Una guerra, quella in Siria, che inizia ad occupare più i libri di storia che le pagine dell’attualità. Oramai i dubbi principali rigu...
11.02.2019
Mondo