Sport, 17 giugno 2018

Chapuisat: “Sogno che la Svizzera elimini la Germania”

L'ex attaccante della Nazionale ha parlato a poche ore dall'esordio della squadra di Petkovic contro il Brasile

ROSTOV (Russia) – Mancano poche ore al calcio d’inizio di Brasile-Svizzera, match d’esordio della nostra Nazionale al Mondiale russo. Sulle pagine di “Tuttomercatoweb.com”, è intervenuto Stephane Chapuisat, uno dei giocatori elvetici più decisivi della storia della Svizzera, protagonista del ritorno al Mondiale della Nazionale nel 1994.

Stephane Chapuisat, che Svizzera ci dobbiamo aspettare in questi Mondiali?
Penso che il vero Mondiale inizi con la seconda partita, contro la Serbia, dove già ci giocheremo molto. L'esordio del resto è col Brasile, squadra fra le favorite per la vittoria finale. Tolti i verdeoro tutto è possibile ma saremo in condizioni di dentro-fuori sin da subito a seguito del calendario.

C'è qualcosa dei rossocrociati che teme maggiormente?
La squadra segna poco, gli attaccanti non sono molto prolifici e questo può essere un problema.

In rosa ci sono molti giovani
Questo dimostra la futuribilità della squadra. Sta crescendo una generazione di giocatori importanti anche per le successive edizioni di Europei e Mondiali. Quelli che ci sono attualmente sono ben organizzati, già pronti.

Le piace Petkovic?
Ha fatto un buon lavoro. È un allenatore esperto che conosce bene il calcio svizzero e i risultati parlano per lui.

Chi è la stella di questa Svizzera?
Granit Xhaka. Sarà il giocatore chiave di questa selezione.

Dove può arrivare la Svizzera?
Considerando il Brasile nel nostro girone mi auguro che il secondo posto sia nostro. A questo punto agli ottavi di finale ci dovrebbe capitare la Germania e allora lì mi auguro un nostro exploit.

Guarda anche 

Arrestato presunto pedofilo svizzero in Brasile, viaggiava con un bambino tailandese

Uno svizzero di 63 anni è stato arrestato giovedì scorso all'aeroporto di Guarulhos, a San Paolo, in Brasile. Stava cercando di imbarcarsi su un volo pe...
24.06.2019
Mondo

In Svizzera ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveri

Il divario tra le remunerazioni più basse e quelle più alte si è ulteriormente ampliato nel 2018. Mentre da una parte aumenta la pressione sui salari...
24.06.2019
Svizzera

"Gli svizzeri come i romani"

Sto leggendo un libro sulla caduta dell'Impero Romano, questione su cui ci sono molte teorie. Edward Gibbon attribuisce classicamente questo collasso a un declino mor...
24.06.2019
Svizzera

Lugano, -1 al closing. Renzetti: “Sono sereno, ma da un momento all'altro…”

LUGANO – Sembra ormai una lunga telenovela, fatta di sguardi, ammiccamenti, ripensamenti, di passi in avanti e di brusche fermate. Ormai non resta, quasi, che aspet...
24.06.2019
Sport