Svizzera, 14 novembre 2018

Anche gli islamisti contro l'iniziativa per l'autodeterminazione, divieti di burqa e minareti a rischio?

Il consiglio centrale islamico svizzero scende in campo nella votazione sull'iniziativa per l'autodeterminazione e invita i cittadini svizzeri a votare no. In un comunicato trasmesso ai media accompagnato da un video in cui il fondatore Nicholas Blanco (nella foto) spiega i motivi del suo rifiuto, gli islamisti sostengono che se l'iniziativa fosse accolta si metterebbero in pericolo i diritti dei musulmani residenti in Svizzera. "Il Consiglio centrale islamico considera l'iniziativa UDC come un primo passo verso la parziale uscita della Svizzera dalla CEDU" si può leggere nel comunicato "la conseguenza sarebbe un sistema politico in cui l'opinione dominante della maggioranza potrebbe annullare per quanto possibile i diritti fondamentali delle minoranze – fra cui i musulmani - e il ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo non sarebbe più possibile".

Nel concreto gli islamisti temono che "diritti" dei musulmani come quello di costruire minareti e portare il burqa sarebbero in pericolo, benchè i minareti siano già vietati in tutta la Svizzera e il burqa in due cantoni. "Le donne musulmane potrebbero non più portare il burqa perché così ha deciso una nuova legge. Immaginate se non dovesse esserci più la possibilità di rivolgersi a un tribunale estero per procedere contro questa follia. Non cercate scuse e andate a votare", spiega Blanco nel video. Che gli islamisti intendano portare questi due divieti davanti alla Corte europea dei diritti dell'uomo per annullare quanto votato dagli elettori svizzeri?
 
Interessante anche come l'associazione islamica avverte che i sondaggi potrebbero non essere rappresentativi delle reali intenzioni di voto. "Il Consiglio centrale islamico teme anche che il numero di sostenitori segreti non dichiarati, come è successo con l'iniziativa sui minareti, sia probabilmente molto maggiore di quanto si possa pensare, in quanto chi risponde ai sondaggi potrebbe dire di rifiutare l'iniziativa per dare l'impressione di essere politicamente corretto" scrivono gli islamisti.

Il video del consiglio centrale islamico, in tedesco, è disponibile su YouTube cliccando qui.

Guarda anche 

Moschee in Svizzera, un musulmano denuncia una radicalizzazione insidiosa

È una testimonianza interessante quella che riporta oggi “Le Temps”, dove un tunisino, musulmano credente, residente a Losanna denuncia un clima di rad...
17.12.2018
Svizzera

Preferenza indigena... per frontalieri, esplode il numero di lavoratori residenti all'estero iscritti agli uffici di collocamento

La legge che dovrebbe mettere in pratica la preferenza indigena votata accolta dal popolo svizzero il 9 febbraio 2014 è entrata in vigore in Svizzera il 1 ° lu...
17.12.2018
Svizzera

Discretamente, il Toblerone è diventato un prodotto halal

Il Toblerone è un prodotto certificato halal dall'aprile del 2018. Il suo proprietario, il gruppo alimentare statunitense Mondelez, ha ottenuto la certificazio...
17.12.2018
Svizzera

Il Consiglio federale non vuole che il popolo si esprima sul Patto ONU per la migrazione

Il Consiglio federale ha deciso venerdì di presentare al Parlamento il patto per la migrazione delle Nazioni Unite. Tuttavia, non vuole che il testo venga sottopos...
17.12.2018
Svizzera