Sport, 05 marzo 2024

“Ho cominciato al Mattino. Mi chiamò Flavio Maspoli”

Luca Dattrino, ex giornalista, docente, nonché scrittore (e, anche, biografo dell’HCAP)

LUGANO - Luca Dattrino è stato per anni una delle penne“pungenti e sempre sul pezzo” del giornalismo ticinese: tante notizie, pochi fronzoli e tanta sostanza. Ha debuttato 33 anni fa al Mattino della Domenica, voluto dal direttore Flavio Maspoli, e poi piano piano si è fatto largo fra i quotidiani, approdando ad inizio anni Novanta prima al Popolo e Libertà e poi all’Eco di Locarno e in seguito alla Regione. Nel 2005 ha deciso di mollare questa professione: “Non avevo più sbocchi e nemmeno motivazioni” ed è approdato all’insegnamento. “Con i ragazzi mi sono sempre trovato benissimo, stare con loro è appassionante e entro in aula sempre volentieri”, ci dice il buon Luca, che nel tempo libero si diverte a scrivere libri di sport, di poesie e romanzi. L’ultimo – 'L’Educatore', edito da Fontana - ve lo consigliamo. Con gli anni è diventato anche il biografo dell’Ambrì Piotta, unitamente a Brenno Canevascini: una delle opere migliori è certamente 'La Mitica', in cui racconta la Valascia, una delle piste più famose e frequentate della Svizzera. (“Manca a tutti i fans leventinesi, ma la Gottardo Arena è un gioiello e ci mantiene competitivi” dice).


Tifosissimo della squadra biancoblù (“Avevo tre anni quando mi portarono allo stadio la prima volta”) ma anche del Bellinzona e del Napoli. Nato e cresciuto nella Capitale, Dattrino ha girato un po’ dappertutto. Il suo sogno? “Un mondo senza soldi”. Lo abbiamo incontrato a colazione. 

Qualità
Penso simpatico
 
Difetto
Rigoroso
 
Due parole sulla vita
Sembra banale: una bella cosa
 
Perché giornalista?
Perché mi piaceva scrivere, sin da ragazzo
 
Prima testata giornalistica?
‘Il Mattino della Domenica’. Anno 1990. Da freelance
 
Grazie a…
Mi chiamarono Flavio Maspoli e Bruno Costantini
 
Suo mentore?
Non ne ho
 
Le piace il giornalismo odierno?
Direi che è un po’ fiacco, senza mordente
 
Ha lasciato questa professione per insegnare. Perché?
Non avevo più sbocchi e motivazioni
 
Suo rapporto con gli alunni?
Molto buono (è docente presso la Scuola Arti e Mestieri di Bellinzona, ndr)
 
Luca Dattrino scrittore?
Un hobby e un piacere
 
Sport preferito?
Hockey su ghiaccio e rugby
 
Ambrì o Lugano?
Non scherziamo (ride, ndr). HCAP!
 
E allora: cosa è per lei l’Ambrì?
Un grande amore sportivo
 
Il miglior biancoblù di sempre?
Dale McCourt
 
Un giocatore amico?
Vecio Fransioli e Kuki Zamberlani
 
Idolo nello sport
Johann Cruyff e Gaetano Scirea
 
Idolo nella vita
Nelson Mandela
 
Nel calcio tifa per…
AC Bellinzona e Napoli
 
Lo sport in Ticino?
Poco sfruttato
 
Valascia o Gottardo Arena?
La Valascia per il cuore, la Gottardo Arena per la… modernità
 
Miglior attrice?
Claudia Gerini
 
Miglior attore?
Jack Nicholson e Marlon Brando
 
Miglior cantante donna
Ce ne sono tante…
 
Miglior cantante uomo
Un gruppo: i Rolling Stones
 
Il film più bello?
‘Mash’ di Robert Altman
 
Il peggiore?
Non mi piacciono gli horror e i fantasy
 
Scrittore preferito?
J.D. Salinger
 
Il libro?
‘Il giovane Holden’, di J.D. Salinger
 
Il prossimo libro di Luca Dattrino?
Sarà un romanzo, una storia d’amore
 
Radio preferita?
Rete1
 
TV preferita?
RSI e Teleticino
 
A cena con…
La mia band (la Varano band, ndr)
 
La donna più bella…
Mia moglie
 
Il sogno?
Un mondo senza soldi
 
Personaggio?
Robert Kennedy e Papa Francesco

MDD

Guarda anche 

“Il Pregassona di Ron Sanford la squadra del mio cuore”

LUGANO - Daniele Foletti, un campione di umanità. È grazie a lui se nel 2017 è nata l’Associazione Mani per il Nepal, due anni dopo i...
09.06.2024
Sport

A Ginevra trasporti pubblici gratuiti per i giovani

A Ginevra i giovani fino a 24 anni compresi potranno utilizzare i trasporti pubblici gratuitamente. Dopo due tentativi falliti, giovedì il Gran Consiglio ginevrino...
01.06.2024
Svizzera

“Morinini e Mauro Galvao: due maestri, indimenticabili!”

LUGANO - René Morf (1965), ex difensore e capitano bianconero, ha vissuto tre fasi distinte della storia del club: quella di Marc Duvillard (“ ...
06.06.2024
Sport

“I Giochi? Sogno infranto. Tagliato senza spiegazioni”

LUGANO - Westher Molteni è stato uno dei migliori giocatori svizzeri di basket degli ultimi 20 anni. Ha vinto tre titoli nazionali (Lugano Tigers 2006 e ...
27.05.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto