Svizzera, 11 dicembre 2023

Fuga di fedeli dalla chiesa cattolica dopo gli scandali

Centinaia di fedeli hanno abbandonato la Chiesa cattolica dopo le rivelazioni di abusi sessuali avvenute negli ultimi mesi. L'ondata di partenze è particolarmente forte nella Svizzera centrale e a Basilea, ma riguarda anche la Svizzera romanda.

Tutto indica che gli allontanamenti dalla Chiesa cattolica romana, già significativi nel 2021 e nel 2022, anni record, sono continuati anche quest'anno, anche se i dati definitivi stabiliti annualmente dall'Istituto svizzero di sociologia pastorale (SPI) non sono ancora stati pubblicati.

"Stiamo andando verso un aumento del numero di partenze entro il 2023, sia per la Chiesa cattolica che per quella riformata", ha detto a Keystone-ATS Urs Winter, responsabile dell'SPI. L'anno scorso circa 34'600 persone hanno abbandonato la Chiesa cattolica in Svizzera.

I dati rilevati nei Cantoni da Keystone-ATS mostrano un'accelerazione delle partenze dalla pubblicazione, il 12 settembre, di uno studio dell'Università di Zurigo che ha individuato più di 1'000 casi di abusi sessuali nella Chiesa cattolica in Svizzera. secolo scorso, commessi da più di 500 indagati.

Per Urs Winter questa accelerazione non è una sorpresa. Anche paesi vicini come la Germania hanno registrato ondate di dimissioni dopo scandali di questo tipo.



I dati sono particolarmente impressionanti nella città di Lucerna, dove dalla pubblicazione dello studio, secondo Keystone-ATS, si sono registrate in media 270 partenze al mese. Un dato del tutto sproporzionato rispetto al 2022 (65 per l’intero anno).

Ad Adligenswil (LU), la parrocchia parla di un “vero e proprio esodo” (45 partenze su 5'500 abitanti). Nella città di Zugo si prevedono dalle 250 alle 260 dimissioni per il 2023 su un totale di 12'000 iscritti. Anche Basilea Città, Winterthur (ZH), ma anche le parrocchie dei cantoni Grigioni, Soletta, Argovia, Svitto e Obvaldo, soffrono in pieno della perdita di fiducia con partenze di massa.

Nel complesso, osserva Urs Winter, coloro che voltano le spalle alla Chiesa cattolica tendono ad essere uomini che vivono nelle aree urbane. In campagna la fede religiosa resta più forte che mai, in quanto la forza delle tradizioni prevale su altre considerazioni.

Guarda anche 

Marco Chiesa lascia la presidenza dell'UDC

L'UDC dovrà trovarsi un nuovo presidente. Marco Chiesa, attuale presidente del primo partito svizzero, ha infatti annunciato che non si ricandiderà alla...
28.12.2023
Svizzera

Marco Chiesa e Fabio Regazzi eletti al Consiglio degli Stati

Saranno Marco Chiesa e Fabio Regazzi a rappresentare il canton Ticino nel Consiglio degli Stati per i prossimi 4 anni. Il candidato del Centro, finora Consigliere naziona...
19.11.2023
Ticino

Lega e UDC: un’alleanza consolidata. Marco Chiesa candidato unico agli Stati

LUGANO -  Lega e UDC sono pronti a fare fronte comune in vista delle elezioni federali. I due partiti, dopo aver messo da parte ogni possibile tensione nata pri...
25.07.2023
Ticino

Ecco la processione di ‘riparazione’ dopo il Gay Pride

REGGIO EMILIA (Italia) – Altro che matrimonio per tutti, altro che Pride: a Reggio Emilia sabato scorso con tanto di rosario in mano e preghiere in latino, si &egra...
04.07.2022
Magazine

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto