Sport, 13 novembre 2023

Lugano, se non è crisi poco ci manca

Lo Zurigo ha banchettato a Cornaredo contro una squadra stanca, incerottata e che non vince in campionato da fine settembre

LUGANO – 1 punto nelle ultime 5 partite di campionato disputate. Ottava posizione in classifica, sinonimo di seconda fase di campionato da disputare – ovviamente al momento – per salvarsi e non per le posizioni che contano. Una vittoria in Super League che manca dal 30 settembre e una stanchezza dovuta anche agli impegni europei che inizia farsi davvero preoccupante. Fa strano dirlo, ma questo Lugano è davvero a un passo dalla crisi. Una crisi figlia di diversi fattori che, sommati, stanno mettendo in difficoltà Mattia Croci-Torti e i suoi ragazzi. 

 
 
Troppe le assenze – ieri contro lo Zurigo tutto l’attacco era sulle spalle del solo Babic – troppi i giocatori non al meglio – per esempio Steffen – troppa la stanchezza che sta lasciando la Conference League nelle gambe di Sabbatini e compagni. Il doppio impegno, ormai è un dato di fatto, sta pesando tantissimo sul fisico dei bianconeri che, dopo ogni sfida europea, non riescono a cavare mai un ragno dal buco. Figuriamoci se tutto ciò non si sarebbe fatto sentire contro la seconda forza del nostro campionato, lo Zurigo, che può contare anche sulla miglior difesa del torneo…
 
 
E infatti… Marchesano e compagni ieri non hanno praticamente incontrato difficoltà al cospetto di un Lugano volenteroso, ma in totale difficoltà, reo anche di concedere con troppa facilità le occasioni da rete ai tigurini che hanno ringraziato, ritornando oltre Gottardo con i 3 punti in cascina. La fotografia del momento nero del Lugano sta tutto nello sfortunato infortunio occorso al portiere Deana: involontariamente colpito al volto, l’estremo difensore ha dovuto cedere il posto tra i pali a Mai, vista l’impossibilità di fare un altro cambio… roba da non credere!

Guarda anche 

Dal bagnetto con Messi alla magia contro la Francia: Yamal è la stella dell’Europeo

BERLINO (Germania) – La Spagna è pronta a giocarsi la finale di Euro 2024. Non accadeva dal 2012. E lo farà nel segno di Lamine Yamal. Il giovane atta...
11.07.2024
Sport

GALLERY – Dal flop europeo, alle vacanze al mare: pioggia di critiche sugli azzurri

ROMA (Italia) – Non ha certamente brillato, anzi potremmo dire che ha decisamente deluso. Contro di noi ha disputato una delle peggiori partite della sua storia rec...
08.07.2024
Sport

Bologna, terra rossocrociata: “Città ideale per crescere”

BOLOGNA (Italia) - Alessandro Gallo scrive dal 1987 per il Resto del Carlino di Bologna, uno dei principali quotidiani dell’ Emilia Romagna. Bolognese, è...
08.07.2024
Sport

È un calcio di retroguardia: servono idee e tanto coraggio

LUGANO - L’Italia viene umiliata dalla Svizzera, viene dominata tecnicamente e tatticamente. La sconfitta rappresenta una realtà: evidente la crisi prof...
11.07.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto