Mondo, 30 ottobre 2023

Un aeroporto nel sud della Russia preso d'assalto all'annuncio dell'arrivo di un aereo da Israele

Domenica sera decine di uomini hanno preso d'assalto il terminal dell'aeroporto di Makhachkala, capitale della repubblica russa del Daghestan, una regione a maggioranza musulmana. I disordini sono continuati per diverse ore, con la folla alla ricerca di passeggeri di un volo proveniente da Israele. Dopo l'intervento della polizia, l'agenzia aeronautica russa ha annunciato che alle 22:20 (20:20 in Svizzera), l'aeroporto è stato “sgombrato dai cittadini che si erano infiltrati senza autorizzazione”. Le autorità del Daghestan avevano invitato i rivoltosi a “fermare i loro atti illegali”, aggiungendo che “non sarebbe stato facile per ciascuno di noi assistere al massacro disumano di una popolazione civile, il popolo palestinese”.

Secondo il sito specializzato Flightradar, un volo proveniente da Tel Aviv della compagnia russa Red Wings è atterrato alle 19 ora locale (17 in Svizzera) a Makhachkala. Secondo il media russo Sota si tratta di un volo di transito che avrebbe dovuto continuare verso Mosca alle 21 (120 in Svizzera). Al momento non è possibile sapere se l'aereo fosse ancora sulla pista e quale sia la situazione dei suoi passeggeri. L'aeroporto rimarrà chiuso fino al 6 novembre, secondo l'agenzia aeronautica russa.
Secondo Sota, dopo l'annuncio dell'arrivo di questo volo, la folla si è dapprima radunata davanti all'aeroporto per controllare i passaporti delle persone in partenza alla ricerca di cittadini israeliani. Sempre secondo i media russi, gli agenti avrebbero poi fatto irruzione sul tetto dell'aeroporto e sulla pista per riportare l'ordine.



Dei video pubblicati su Internet mostrano i facinorosi abbattere le barriere, cercando di controllare le auto che lasciano l’aeroporto o forzando le porte del terminal. Uno dei video mostra un uomo appostato su una delle ali di un aereo Red Wings mentre in un altra ripresa si vede un uomo con in mano un cartello: “Gli assassini di bambini non hanno posto in Daghestan” e altri che gridano “Allah Akbar”. Alcuni tra la folla sventolavano bandiere palestinesi.

Guarda anche 

“La Conferenza sull'Ucraina mostrerà l'impotenza dell'Occidente, grazie Svizzera!”

Il 10 aprile scorso il Consiglio federale ha annunciato che il 15 e 16 giugno si terrà a Bürgenstock la conferenza di pace sulla guerra in Ucraina. Per l'...
04.05.2024
Svizzera

Fra i veicoli catturati dalla Russia anche un camion dell'esercito svizzero

La Russia si prepara per commemorare il Giorno della Vittoria, ossia l'anniversario della vittoria dell'Unione sovietica sulla Germania nazista. Tra i festeggiame...
01.05.2024
Svizzera

Dagli USA miliardi per Ucraina, Israele e Taiwan, "le crisi globali peggioreranno"

Dopo lunghi e difficili negoziati, la Camera dei Rappresentanti USA ha adottato sabato un enorme piano di aiuti per Ucraina, Israele e Taiwan, sostenuto dai parlamentari ...
21.04.2024
Mondo

L'Iran lancia decine di droni verso Israele

L'Iran ha lanciato sabato centinaia di droni contro Israele, ha detto un funzionario militare quasi due settimane dopo un raid contro il consolato iraniano a Damasco,...
14.04.2024
Mondo

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto