Svizzera, 13 ottobre 2023

Poliziotto condannato per aver guidato troppo veloce durante un inseguimento

Un agente di polizia che insegue un fuggitivo deve rispettare i limiti di velocità? Può sembrare un controsenso, dal momento che il fuggitivo, con tutta probabilità, non si fa problemi a guidare in eccesso di velocità. Eppure un agente di polizia di Ginevra è finito sotto processo proprio per aver guidato troppo veloce durante un inseguimento. I fatti sono avvenuti nel dicembre 2019, la mattina di Santo Stefano. L'agente aveva attraversato un incrocio di Ginevra a 113 km/h per fermare il conducente di una Fiat contromano in un tratto dove la velocità è limitata a 50km/h.

Per questo il poliziotto dovrà pagare una multa di 1'500 franchi e 800 franchi di spese processuali, ha riferito riferisce la "Tribune de Genève". Una sentenza contro cui le parti possono ancora presentare ricorso. Dall'ultima modifica della legge sulla circolazione stradale (LCR), entrata in vigore all'inizio di ottobre, è la prima volta che un agente di polizia viene processata per un'infrazione stradale. Grazie a questo cambiamento giuridico, aveva diritto ad una pena ridotta vista la situazione di emergenza in cui si trovava.



Il procuratore generale ha ritienuto che la necessità dell'inseguimento non fosse provata e che l'agente avrebbe dovuto rispettare un principio di proporzionalità, sottolinea il quotidiano ginevrino. Secondo il magistrato non era così, vista la velocità alla quale viaggiava l'autovettura della polizia con i lampeggianti e la sirena attiva. L'agente di polizia avrebbe dovuto abbandonare l'inseguimento, limitarsi a 1,5 volte il limite di velocità, ovvero 75 km/h, ed evitare di passare anche con il semaforo rosso. Il poliziotto si era messo a inseguire un cittadino italiano alla guida di una fiat, che aveva la musica “troppo alta” e aveva attraversato un semaforo con il rosso, dopodichè aveva colpito due automobili senza provocare feriti. Ubriaco e in possesso di una pallina di hashish, l'imputato si sarebbe spaventato, non avendo la patente e da qui sarebbe partito l'inseguimento.

Il tribunale di Ginevra ha dovuto destreggiarsi tra le pretese del pubblico ministero (una sanzione pecuniaria di 120 aliquote giornaliere e 200 franchi di multa, nonché una multa di 4'800 franchi) e l'assoluzione richiesta dalla difesa. L'agente di polizia è stato infine condannato a pagare una multa di 1'500 franchi, oltre a spese procedurali di 800 franchi.

Guarda anche 

Condannato a un anno di carcere il richiedente l'asilo che abusò di una ragazza su un treno

Il richiedente l’asilo che lo scorso ottobre era stato arrestato con l’accusa di aver abusato sessualmente di una giovane su un treno regionale tra Lugan...
24.02.2024
Ticino

Ubriaco, alla guida di una porsche colpisce una lamborghini e si dà alla fuga

Un conducente 58enne di Svitto ha suscitato scalpore a Lucerna in una notte d'estate dello scorso luglio. Sebbene avesse bevuto, si è messo al volante della su...
21.02.2024
Svizzera

Ginevra, appuntamento con la storia

GINEVRA – I bagordi, la gioia e i festeggiamenti per il titolo svizzero conquistato la scorsa primavera sembrano lontani, sembrano un po’ offuscati, visto qua...
20.02.2024
Sport

Spende 150'000 franchi del padre malato che le aveva affidato la carta bancaria

Una 40enne residente nel canton Ginevra è stata recentemente condannata per aver speso 150'000 franchi del padre, all'insaputa di quest'ultimo che le a...
08.02.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto