Sport, 07 settembre 2023

Ingresso allo stadio? Solo col riconoscimento facciale!

È l’ultima idea della Lega Serie A per combattere il razzismo e il tifo violento negli stadi italiani. Ovviamente sono tanti i problemi e i dubbi

ROMA (Italia) – Ululati, cori contro i giocatori di colore o di altre nazionalità, scontri sugli spalti (se non in campo). Sono tanti i problemi che attanagliano il calcio all’interno degli stadi e allora la Lega Serie A sta pensando di correre ai ripari con nuove regole e direttive forse un po’ troppo invasive. Vi ricordate il subbuglio creato dall’inserimento obbligatorio del biglietto nominale per riconoscere chi entra effettivamente allo stadio? Beh, sarebbe acqua passata, un granello di sabbia in un deserto a confronto dell’ultima pensata nata in Italia, ovvero quella di permettere l’ingresso negli impianti sportivi solo tramite riconoscimento facciale tramite scanner del volto. Insomma, come avviene negli aeroporti e in alcuni impianti sportivi, come a New York.
 
 
Il progetto è stato lanciato negli scorsi giorni dal delegato della Lega italiana, Luigi De Siervo. Un’idea ancora ovviamente allo stato embrionale, che andrà approfondita ma che già ha mandato su tutte le furie i tifosi, non per forza gli ultras, della vicina Penisola. Il progetto prevede che chi acquisti un biglietto o un abbonamento allo stadio firmi una liberatori per l’utilizzo dei dati biometrici per gli usi necessari: l’apertura dei tornelli e l’individuazione di violenti e razzisti. 

 
 
I problemi, ovviamente, sono molteplici. Prima fra tutte la privacy, visto che i dati sul volto sono una questione strettamente personale e sentita. Ma anche le forze dell’ordine hanno già storto il naso: l’identificazione immediata di un violento o razzista porterebbe a surriscaldare ancora di più gli animi e costringerebbe il personale di sicurezza a un extra lavoro durante le partite.
 
 
Insomma, il cammino per questa nuova regola è lungo e già si vedono fin troppi problemi…

Guarda anche 

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei...
19.02.2024
Sport

Tornano le svizzere: YB e Servette in missione europea

LUGANO – Dopo la scorpacciata di gol, emozioni e adrenalina regalateci dalla prima due giorni dei match di andata degli ottavi di finale di Champions League, e in a...
15.02.2024
Sport

Lugano, che cuore!

LUGANO - he partita, quante emozioni: sei reti, il VAR protagonista e due squadre che non si risparmiano, soprattuto il Lugano, sempre sotto ...
11.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto