Mondo, 29 giugno 2023

Seconda notte di disordini e violenze in Francia dopo l'uccisione di un adolescente da parte della polizia

Atti di violenza e disordini sono scoppiati durante la notte da mercoledì a giovedì in Francia, in particolare nella regione parigina, dopo che un ragazzo di 17 anni è stato ucciso da un agente di polizia durante un controllo. Almeno tre veicoli e bidoni della spazzatura sono stati dati alle fiamme e delle barriere sono state poste sulla strada. Sulla facciata di un edificio, i muri erano etichettati con le parole "Giustizia per Nahel" e "La polizia uccide". Le autorità riferiscono di aver arrestato 77 persone poco prima delle 2 del mattino.

Ad Essonne, a sud di Parigi, un gruppo di persone ha dato fuoco a un autobus intorno alle 21:00 dopo aver fatto scendere i passeggeri a Viry-Châtillon. Diversi incidenti sono stati deplorati anche in diverse città nel Nord del paese. A Clamart, secondo una fonte della polizia, un treno del tram è stato incendiato. Scontri sono scoppiati anche a Tolosa, Digione, Lione, Roubaix, Lille, Amiens, Nizza, Rennes e Saint-Étienne.



“Diversi edifici pubblici e privati, comprese le scuole, hanno subito danni ingenti e inaccettabili, a volte irreparabili”, ha lamentato il municipio, chiedendo la fine di “questa spirale distruttiva”. Nella notte tra martedì e mercoledì, 31 persone sono state arrestate in Francia, 24 membri della polizia leggermente feriti e una quarantina di auto bruciate, secondo il ministero dell'Interno. Gérald Darmanin aveva annunciato la mobilitazione per mercoledì sera di 2.000 poliziotti e gendarmi a Parigi e nelle sue periferie interne, 800 in più rispetto a ieri sera.

Guarda anche 

La Francia ignora per la prima volta una sentenza della CEDU per espellere un jihadista

Il governo francese ha ignorato per la prima volta una decisione della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) e ha deportato nel suo paese d’origine un ci...
04.12.2023
Mondo

Assalto a un ballo di paese, aggrediti e accoltellati i partecipanti: un morto e otto feriti

Un gruppo di almeno dieci persone si è recato, nella notte tra sabato e domenica, nel cuore della notte a Crépol, un villaggio francese a 30 km a sud di Lio...
22.11.2023
Mondo

Vicino al confine svizzero i frontalieri “scacciano” chi guadagna in euro

Alle porte di Ginevra e della Svizzera, gli affitti sono diventati proibitivi per chi lavora in Francia e guadagna in euro. Il problema è diventato tanto acuto, ch...
04.10.2023
Svizzera

Imprenditore offre 5'000 franchi ai suoi dipendenti frontalieri che si trasferiscono in Svizzera

Il titolare di un'azienda con sede a Brenets, nel canton Neuchâtel, vorrebbe convincere i suoi dipendenti frontalieri ad attraversare definitivamente il confine...
30.09.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto