Svizzera, 24 gennaio 2023

Giovani con pensieri suicidi, il triste primato di Pro Juventute

Il numero di giovani che chiama Pro Juventute per discutere dei suoi pensieri suicidi non è mai stato così alto, riferisce l'associazione. "Sette o otto consultazioni al giorno per pensieri suicidi: questo è il triste record del numero 147" nel 2022, riferisce Pro Juventute in un comunicato stampa. Una cifra che è quasi raddoppiata rispetto a prima della pandemia di coronavirus (da tre a quattro consultazioni), deplora la fondazione. Anche gli interventi di crisi sono in aumento: sono stati 100 tra l'inizio di gennaio e la fine di agosto 2022, rispetto ai 57 dello stesso periodo del 2019.

Per Pro Juventute, questo aumento dei numeri si spiega con la "multi-crisi". "La pandemia di coronavirus, la crisi climatica, la guerra in Ucraina, l'inflazione, l'ingiustizia sociale: le crisi si intrecciano e colpiscono i bambini e i giovani in un momento particolarmente vulnerabile della loro vita, durante il quale si verificano diversi cambiamenti", spiega l'organizzazione. Inoltre, "l'attuale multi-crisi è resa onnipresente dalle reti sociali".



Pro Juventute deplora anche il fatto che questa “multi-crisi” sia in conflitto con un sistema di assistenza sovraccarico: i bambini e i giovani devono aspettare a lungo per un colloquio o un posto in terapia, sia che si tratti del lavoro sociale scolastico, dei servizi di Pro Juventute o del settore della psichiatria infantile. "Prima della pandemia, i giovani impiegavano in media da un mese a sei settimane per ottenere un appuntamento per un trattamento psichiatrico. Il tempo di attesa ora è salito a diversi mesi", afferma Pro Juventute.

Guarda anche 

Adolescente muore dopo un incidente con un'auto rubata

Un ragazzo di 15 anni è morto venerdì in un incidente avvenuto intorno alle 18.15 nel comune vodese di Savigny. Il veicolo, guidato da un altro quindicenne,...
05.02.2023
Svizzera

A Monaco abitano 1'200 super-ricchi svizzeri

Alcuni giorni fa, aveva fatto scalpore la notizia secondo cui l'ex CEO di Novartis Daniel Vaselle ha cercato di ingannare le autorità fiscali di Zugo facendo c...
05.02.2023
Svizzera

Dà 30'000 franchi in contanti e gioielli a degli sconosciuti

Giovedì, poco prima delle 14.30, una donna di 86 anni residente a San Gallo ha ricevuto una telefonata "shock" da un sedicente agente di polizia. Questi ...
04.02.2023
Svizzera

Presto una tassa per recarsi al pronto soccorso?

I pronto soccorso degli ospedali svizzeri sono sotto pressione. Per risolvere il problema, la Commissione della sanità del Consiglio nazionale vuole introdurre un ...
04.02.2023
Svizzera