Sport, 06 dicembre 2022

Il Portogallo ci umilia. La Svizzera fa le valigie e torna a casa

I lusitani si sono imposti per 6-1 contro una Nati irriconoscibile che ancora una volta buca l’approdo ai quarti di finale in un Mondiale

DOHA (Qatar) – Portogallo-Svizzera 6-1. Il Mondiale qatariota della Nazionale finisce mestamente in una calda serata di dicembre contro una nazionale, quella lusitana, che ha avuto il coraggio di mettere Cristiano Ronaldo in panchina per schierare il giovane Goncalo Ramos che alla fine ci ha annientato con una strepitosa tripletta. Hai voglia a parlare di quarti di finale. Di partita alla nostra portata. Di una sfida alla pari. Così come è sempre successo dal 2006 in poi, la Svizzera in un Mondiale si ferma agli ottavi di finale (non arriviamo ai quarti dall'54!) e lo fa nel peggiore dei modi.
 
 
Il 6-1 finale, che porta le firme anche di Pepe, Guerreiro e Leao – l’unica nostra rete l’ha firmata Akanji su calcio d’angolo – non ammette repliche e inchioda Murat Yakin che ha completamente snaturato la Svizzera, ricorrendo alla difesa a 3 (il KO subìto la scorsa estate contro l’Italia, quando in panchina c’era Petkovic, non ha insegnato nulla?) e mettendo in campo ancora Schär – indifendibile sull’1-0 – al posto in un Elvedi che evidentemente non ha smaltito il raffreddore, tanto da preferirgli nella ripresa Cömert. 

 
 
Le colpe vanno anche condivise con i giocatori – Xhaka e Shaqiri, ad esempio, sono stati nulli – ma c’è da togliersi il cappello di fronte a un Portogallo in versione extralusso. Bernardo Silva, Bruno Fernandes e Joao Felix (tralasciando Ramos) ci hanno triturati, ci hanno preparato le valigie e le hanno caricate sull’aereo. Un aereo, quello di ritorno verso Kloten, che sarà pieno di dubbi, rammarichi, di “se” e di “ma”.
 
 
Ma le parole stanno a zero: boa noite, Svizzera. 

Guarda anche 

Le stelle Odermatt e Shiffrin brilleranno sui Mondiali?

MERIBEL (Francia) - Non giriamoci troppo attorno: i due grandi nomi attesi per i Mondiali di sci alpino, in programma da domani e sino al 19 febbraio&...
05.02.2023
Sport

WhatsApp spodesta Migros e diventa il marchio più popolare in Svizzera

Per la prima volta, è un marchio americano a essere il più apprezzato in Svizzera. Il servizio di messaggistica WhatsApp ha infatti spodestato Migros. Il se...
02.02.2023
Svizzera

Bello, ricco e anche famoso. All’occorrenza stupratore

LUGANO - Il recente caso del calciatore Dani Alves ha scosso nuovamente le coscienze: il brasiliano - famoso, ricco, un tempo pieno di talento calcistico - è ...
02.02.2023
Sport

Dani Alves in carcere se la gioca a calcio: “Niente mi spaventa”

BARCELLONA (Spagna) – È tornato a parlare Dani Alves, dal carcere spagnolo dove è detenuto con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una rag...
31.01.2023
Sport