Svizzera, 29 novembre 2022

La Svizzera confrontata con una penuria di medicamenti

Da settimane, la fornitura di alcuni farmaci in Svizzera è compromessa. Pur esortando a non farsi prendere dal panico, i farmacisti sono seriamente preoccupati per la situazione. La situazione starebbe addirittura peggiorando, soprattutto per quanto riguarda i farmaci destinati ai bambini piccoli.

Al “SonntagsBlick”, i farmacisti indicano come causa di queste carenze le irregolarità nella produzione globale di medicinali. Circa il 60% dei siti di produzione di sostanze attive destinate all'Europa si trova in Asia, dove i costi sono più bassi.



In caso di blocco della produzione, di presenza di impurità nei preparati o di interruzione della produzione, l'approvvigionamento della Svizzera potrebbe essere limitato. L'associazione dei farmacisti Pharmasuisse ritiene che il problema principale provenga dalla Cina: "Le forniture sono in ritardo perché in Cina, dove viene prodotta gran parte delle sostanze attive, vengono sempre imposti dei vincoli alle aziende farmaceutiche", afferma la portavoce Martina Tschan.

Guarda anche 

Il CEO di Axpo preoccupato per la fornitura di elettricità il prossimo inverno

L'amministratore delegato di Axpo, la più grande azienda energetica svizzera, teme che durante il prossimo inverno le forniture di elettricità non possa...
24.06.2022
Svizzera

Esplode il consumo di medicamenti in Svizzera, uno su due ne è dipendente

Uno svizzero su due di età superiore ai 15 anni prende almeno un farmaco ogni settimana, riferisce l'Ufficio federale di statistica (UST). La tendenza è...
28.02.2019
Svizzera