Svizzera, 05 novembre 2022

Un diplomatico ucraino definisce la Svizzera un "buco del c*lo"

Il divieto del Consiglio federale di esportare munizioni svizzere dalla Germania all'Ucraina non è evidentemente piaciuto al diplomatico ucraino Olexander Scherba (nella foto), fino al 2021 ambasciatore in Austria. In un messaggio pubblicato giovedì scorso, Scherba ha definito la Svizzera un “buco del c*lo” (dall'inglese “asshole”, insulto che in italiano si traduce meglio con “stron*o”).





"Cara Svizzera, essere neutrale non significa essere uno stron*o che assiste all'uccisione del
suo vicino senza fornire aiuto quando può". Le vostre munizioni per la difesa aerea possono salvare milioni di vite! Perché ha scelto di tenerli?” scrive Scherba, a commento di una notizia che riporta il divieto espresso da Berna di riesportare munizioni svizzere, acquistate dalla Germania, verso l'Ucraina.

In una lettera inviata il 21 ottobre, il ministro tedesco Christine Lambrecht aveva chiesto alla Svizzera di consegnare 12'400 proiettili da 35 mm di fabbricazione svizzera per i carri armati della difesa aerea, in modo che potessero essere inviati in Ucraina. La richiesta è stata respinta dal Consigliere federale Guy Parmelin.

Guarda anche 

Un'azienda svizzera invia segretamente dei droni militari all'Ucraina

Un'azienda con sede in Svizzera invia da tempo dei droni all'Ucraina. La società si chiama Destinus e ha sede a Payerne (VD), sviluppa velivoli ultraveloci...
03.02.2024
Svizzera

"Sostenendo l'Ucraina, la Svizzera ha perso il suo ruolo da mediatore internazionale"

La Russia si è rifiutata “categoricamente” di partecipare al “vertice di pace sull'Ucraina” in Svizzera, riferisce il “SonntagsZe...
23.01.2024
Svizzera

“Inutile e dannoso”, la Russia fulmina il piano di pace dell'Ucraina sostenuto dalla Svizzera

La Svizzera ospiterà un “vertice di pace” sull'Ucraina, probabilmente a Ginevra. Almeno questo è ciò che la presidente della Confeder...
17.01.2024
Mondo

Quasi un terzo dei rifugiati ucraini non vuole lasciare la Svizzera

A quasi due anni dall’inizio del conflitto in Ucraina, quasi un terzo dei rifugiati ucraini in Svizzera non immagina un giorno di poter tornare nel proprio paese d&...
19.12.2023
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto