Sport, 10 ottobre 2022

Lugano bestia nera… del Basilea. Si è ribaltato tutto!

I bianconeri ieri hanno colto il quinto successo stagionale, il secondo in casa e… il secondo contro i renani in due partite. Incredibile!

LUGANO – 5 vittorie, di cui 2 di fila in casa (e 5 sconfitte) in 10 partite valgono il quarto posto per un Lugano che ieri, pur sapendo soffrire all’inizio, ha saputo battere nuovamente il Basilea per 1-0. Sì nuovamente, perché i bianconeri quest’anno sono una bestia nera per i renani che in due occasioni non sono riusciti mai a cogliere un ragno dal buco, venendo sempre sconfitti dai ragazzi di Croci-Torti che, finalmente, dopo il successo colto tra le mura amiche contro il Servette hanno dimostrato ieri di aver superato le difficoltà palesate a inizio stagione a Cornaredo.
 
 
Squadra che vince non si cambia, dice un vecchio detto, e il Crus lo ha fatto suo, confermando la formazione che una settimana fa aveva fermato la corsa della capolista ginevrina. Questa volta non c’è voluto una staffilata di Sabbatini per decidere la contesa, ma è servita una giocata manovrata, con la galoppata di Doumbia che poi si è inventato un assist in verticale da applausi per Mahou che ha così freddato Hitz. 

 
 
In un campionato in cui l’YB sembra aver già messo le cose in chiaro – anche con una buona dose di fortuna come avvenuto sabato sera contro il San Gallo – il Lugano può e deve restare agganciato al treno delle prime, pur portando rispetto a squadre come il Basilea che, nonostante non siano più la squadra pigliatutto di qualche anno fa, comunque possono creare grattacapi come in occasione del tentativo di Zeqiri a cui Saipi ha saputo dire di no alla grande. Certo, la buona sorte è sempre una buona compagna di cammino – leggasi palo colpito da Frei – ma bisogna cercarsela e ora col secondo posto a 3 punti e il decimo staccato di 11 lunghezze, in casa bianconera si può iniziare a ragionare con meno trepidazione e sognare in grande… perché anche la trasferta in casa del San Gallo, domenica prossima, potrebbe non essere così improba….

Guarda anche 

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei...
19.02.2024
Sport

Lugano, una ripartenza a tutto gas. L'Ambrì espugna Berna

LUGANO - Show alla Bossard Arena! Il Lugano annichilisce lo Zugo, terza forza del massimo campionato, e ritorna fra le prime sei in attesa del Davos, che oggi ospita...
18.02.2024
Sport

In assistenza e indebitato, non può ricevere il passaporto svizzero

Un cittadino iracheno, oggi 60enne, non potrà ricevere l'attinenza di Lugano, e quindi il passaporto svizzero, finchè non sanerà i debiti contrat...
17.02.2024
Ticino

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto