Svizzera, 28 settembre 2022

Condannato per frode, non viene espulso perchè il suo QI è troppo basso

La lista di crimini di un 25enne kosovaro recentemente comparso in tribunale a Winterthur è lunga. Il suo fascicolo è lungo 77 pagine, che descrivono principalmente dei reati di frode commessi negli ultimi sei anni. Le accuse sono molteplici: frode in commercio, frode negli ordini, falsificazione di documenti, eccetera, riporta il "Tages-Anzeiger".

L'imputato, arrivato in Svizzera dal Kosovo all'età di tre anni e mezzo, aveva molti problemi a scuola e, per tirare avanti, commetteva frodi su Internet. Ha ordinato molti articoli su fattura, che poi ha rivenduto. Ma le fatture non venivano pagate e, quando la merce veniva venduta, spesso incassava gli anticipi senza consegnare la merce. Ha anche acquistato biglietti ferroviari usando i nomi di persone trovate nell'elenco telefonico. Per questo lungo elenco di reati, il pubblico ministero ha chiesto una condanna a 36 mesi di carcere e all'espulsione dalla Svizzera per 10 anni.

L'avvocato della difesa ha controbattuto che è impossibile parlare di dolo. In effetti, il suo cliente avrebbe potuto ordinare innumerevoli articoli su fattura, mentre le vittime non avevano "mostrato un minimo di cautela". Il presidente del tribunale non è d'accordo. Con sedici ordini nell'arco di tre mesi, come era accaduto in un negozio di attrezzature per ufficio, l'azienda interessata aveva bisogno di tempo per reagire. Il giudice ha finalmente mostrato maggiore comprensione per la disabilità dell'imputato. Secondo una perizia psichiatrica, ha un QI di circa 70 e soffre di una personalità immatura.



Il fatto che l'imputato abbia confessato, che abbia rispettato gli appuntamenti per la psicoterapia prescritta e che sia pulito da due anni e mezzo ha influito sulla clemenza della sentenza. Anche il fatto che abbia iniziato a rimborsare parte dei danni economici alle vittime è stato un fattore determinante.

"Vi siete guadagnati il diritto di dimostrare quanto valete", ha detto il Presidente. Il tribunale ha quindi rinunciato all'espulsione e ha emesso una sentenza di 36 mesi di carcere, di cui nove mesi da scontare, periodo che il condannato ha già scontato in detenzione preventiva. Non dovrà quindi scontare i restanti 27 mesi, ma dovrà sottoporsi a una terapia durante il periodo di libertà vigilata di cinque anni.

Guarda anche 

Condannata perchè non smetteva di inviare foto di lei nuda

Una cittadina greca residente nel canton Friborgo è stata condannata perchè continuava a inviare foto intime a un uomo di cui era ossessionato. La donna,...
03.12.2022
Svizzera

Zurigo, congedi pagati per i dipendenti comunali che soffrono di dolori mestruali (e non solo le donne)

La votazione di mercoledì scorso è stata combattuta, ma alla fine la proposta dei Verdi di Zurigo è stata accettata: la città di Zurigo con...
02.12.2022
Svizzera

Galeotta fu Zurigo: ecco la Blasi col suo nuovo amore

ZURIGO -  Ilary Blasi, così come Francesco Totti, ha alla fine cambiato pagina ed è pronta a ricominciare una nuova storia d’amore. A rendere la ...
29.11.2022
Magazine

Richiedente l'asilo condannato a 3 anni di carcere per un'aggressione, ma non sarà espulso

Un richiedente l'asilo siriano di 19 anni è stato condannato a 3 anni di carcere, di cui uno da scontare, per essersi reso colpevole di aggressione, tentate...
27.11.2022
Ticino