Mondo, 29 maggio 2022

Un'orca si perde nella Senna, un drone per guidarla in mare

Un'orca che si è persa nella Senna, nel nord della Francia, sarà riportata in mare con "un metodo di intervento sperimentale", ha annunciato la prefettura di Seine-Maritime svelando il piano di un gruppo di scientifici chiamati per risolvere questa inedita situazione.

L'operazione di salvataggio consiste nel "monitoraggio a distanza dell'animale tramite un drone, coordinato con un intervento volto a garantire la diffusione di stimoli sonori (suoni emessi da una popolazione di orche) per attirare e guidare l'animale verso il mare", riportano i media francesi, citando il comunicato stampa della prefettura.

Questa decisione si è basata sul parere di un gruppo di lavoro che ha coinvolto esperti nazionali e internazionali di mammiferi marini e che ha tenuto conto del deterioramento delle condizioni di salute del cetaceo.

Il successo di questa operazione descritta come "sperimentale" dalla ricercatrice di bioacustica coinvolta nell'intervento, Charlotte Curé, non è garantito. "Non siamo affatto sicuri che funzionerà, ma vale la pena di provare. Posizioneremo la barca a monte o a valle del fiume [...] Metteremo un altoparlante in acqua e trasmetteremo i suoni dell'orca, suoni naturali, e osserveremo come reagisce l'animale", ha detto
la scienziata francese.  "Più a lungo rimane in acqua dolce, più velocemente la sua salute si deteriora. È molto lontano dal mare. È davvero complicato trovare soluzioni per cercare di incoraggiarlo a tornare in acqua salata", ha dichiarato all'AFP il 25 maggio Gérard Mauger, vicepresidente del GECC, un'associazione con sede a Cherbourg e incaricata dall'Ufficio francese per la biodiversità (OFB) di studiare e preservare i mammiferi marini nella Manica.

La lunghezza dell'animale "molto sottile", ma probabilmente del peso di oltre una tonnellata, è "complicata da stimare", ha aggiunto l'esperto. "Ma siamo 4/5 metri". E "dalla forma della pinna, è un maschio, anche se la pinna è completamente appiattita".

Mauger aveva anche indicato che la segnalazione di orche nella Manica è "molto, molto eccezionale". Questo animale "non è naturalmente destinato a vivere separatamente dal suo gruppo, né nei fiumi d'acqua dolce".

Il mammifero è stato avvistato per la prima volta il 16 maggio tra Honfleur e Le Havre, vicino al Pont de Normandie. Molto probabilmente "è arrivato già indebolito verso l'estuario della Senna".

Guarda anche 

Si masturba davanti a una donna nella spiaggia nudisti: 46enne ucciso a colpi di fucile

VAULX-EN-VELIN (Francia) – Un uomo di 46 anni che si stava masturbando davanti a una donna in una spiaggia per nudisti è stato ucciso a colpi di fucile. Il f...
26.07.2022
Magazine

L'Assemblea nazionale francese vota la soppressione del canone radiotelevisivo

La Francia si avvicina all'abolizione del canone radiotelevisivo, già promessa in campagna elettorale del presidente Emmanuel Macron. Il testo presentato da...
24.07.2022
Mondo

Francia: Uccide cinque membri della sua famiglia prima di essere abattuto dalla polizia

Un uomo sulla ventina, rinchiuso in una casa mercoledì a Douvres, cittadina francese nella regione dell'Ain che dista circa 100 chilometri da Ginevra, &egra...
20.07.2022
Mondo

Ruba un'auto a Parigi, ma grazie al localizzatore GPS viene rintracciato in Svizzera

Un'automobile rubata a Parigi è stata ritrovata nel giro di poche ore a Ginevra. Martedì sera, una società privata con sede in Francia ha alle...
13.07.2022
Svizzera