Svizzera, 22 maggio 2022

In assistenza, dopo lo sfratto non trova casa e va a dormire in tenda con la figlia

Sfrattata dal proprio domicilio, una donna residente nell'Alto Vallese è andata a vivere in una tenda in un camping insieme alla figlia di 17 anni.

"È una sensazione orribile. Mi sento rifiutata e trattata come il peggio del peggio", ha dichiarato la donna al "Walliser Bote". In precedenza, madre e figlia vivevano in una piccola casa a Visp (VS), messa a disposizione dal centro medico-sociale locale (CMS), con i loro sei cani. Ma la situazione si è rapidamente deteriorata.

"Abbiamo dovuto lasciare la nostra casa durante la notte", racconta la madre, al beneficio dell'assistenza. "Abbiamo soggiornato in un hotel per una settimana. Dopodiché, non avevano più un posto dove andare. Abbiamo deciso di andare in campeggio", continua. All'inizio vivevamo in una casetta, ma da una settimana viviamo in una tenda.

Ma anche lì madre e figlia non potranno restare a lungo. "Il nostro campeggio è a disposizione dei turisti", spiega la proprietaria Helga Hreinsdottir. "Non
è ancora alta stagione, ma queste due donne dovranno andarsene entro il giorno dell'Ascensione".

Per le due malcapitate è quindi iniziato il conto alla rovescia. La famiglia sta cercando attivamente un'altra sistemazione, ma non è riuscita a trovare nulla. Eppure Visp è uno dei comuni con il costo della vita più basso della Svizzera. "I pochi appartamenti ancora disponibili sono troppo cari", ha spiegato la madre al quotidiano dell'Alto Vallese. Il suo budget? 900 franchi al mese. Sono disposti a viaggiare in tutto il Paese per trovare una sistemazione.

Da parte sua, il centro medico-sociale proprietario del loro domicilio nega di aver cacciato la famiglia dalla casa e sostiene di aver "trattato il caso in modo corretto e di aver fatto molte richieste alle autorità". Sta aiutando attivamente la famiglia a trovare un nuovo appartamento. "È una situazione intollerabile in una Svizzera così ricca", ha dichiarato Willy Loreton, direttore del CMS dell'Alto Vallese.

Guarda anche 

Condannato per aver filmato le colleghe quando erano in bagno

Un dipendente di una ditta di ingegneria dell'Alto Vallese è stato condannato per aver filmato le colleghe recarsi in bagno. Per un periodo di cinque anni, ave...
06.05.2022
Svizzera

L'organizzazione PETA chiede che siano vietati i combattimenti tra mucche regine

I combattimenti tra mucche della razza Hérens rappresentano una tradizione ormai centenaria del canton Vallese. Ma per l'associazione animalista PETA bisognere...
04.05.2022
Svizzera

La Confederazione vuole tagliare l'aiuto sociale agli stranieri dei paesi non UE

Come parte di un progetto di revisione della legge sugli stranieri e l'integrazione, il Consiglio federale vuole ridurre l'assistenza sociale per i cittadini d...
29.04.2022
Svizzera

Automobilista condannato per aver investito e ucciso sette vitelli

La polizia dice di non avere memoria di un tale massacro. Lo scorso ottobre, su una strada di Les Agettes (VS), un'automobilista aveva investito e ucciso sette vitell...
16.04.2022
Svizzera