Sport, 22 maggio 2022

Allo stadio… col teschio del nonno: “Voleva essere qui, ne sono certo”

Durante la semifinale di Professional League Cup argentina tra Racing de Avellaneda e Boca Juniors, un tifoso è arrivato sugli spalti col teschio del nonno per fargli vivere l’emozione del match

AVELLANEDA (Argentina) – C’è chi allo stadio ci va con i suoi vestiti scelti solo per quelle occasioni, c’è chi ha le sue scaramanzie, c’è chi ci va con gli amici, chi con i parenti e chi, magari, col nonno. Anche perché l’amore per il calcio si tramanda di generazione in generazione. Ma raramente un tifoso si reca allo stadio col teschio del nonno sotto il braccio, ma è quello che è successo durante la semifinale di Professional League Cup argentina tra Racing Avellaneda e Boca Juniors.
 
 
Il Boca è riuscito ad approdare in finale, al termine di una partita complicata, decisa soltanto ai rigori dove la squadra di Sebastian Battaglia si è imposta per 6-5, ma il tutto è passato in secondo piano a causa di un tifoso del Racing, Gabriel Aranda, che si è
presentato allo stadio con un teschio in mano. Il tifoso è stato ripreso dalle telecamere di ESPN e, fermato da un giornalista, ha spiegato che quello era suo “nonno, Valentin Aguilera, un fan sfegatato del Racing. Le partite sono il mio amore e anche di mio nonno. Voleva essere qui, ne sono certo, nemmeno la morte lo separerà dal suo club”.
 
 
Il tifoso ha anche svelato che non era la prima volta che portava il teschio del nonno allo stadio. Infatti lo porta con sé ad ogni gara della sua squadra del cuore. L’uomo ha assicurato di non aver avuto problemi a entrare allo stadio col teschio, nonostante i 3'000 poliziotti che formavano il cordone di sicurezza all’esterno dell’impianto. “L’ho superato, con fede e con l’amore del Racing. Mi accompagna ovunque”.

Guarda anche 

“Il mio Lugano? Diverso da quello di Croci Torti”

LUGANO - Dario Rota, dopo aver festeggiato la salvezza del Lugano Under 21, ha già lo sguardo rivolto a Berna, dove domenica si giocherà la finale di C...
28.05.2024
Sport

Lugano, un saluto amaro. Ma ora testa alla Coppa

LUGANO - Il Lugano non “lancia” al meglio la finalissima di Coppa Svizzera in programma domenica prossima a Berna. Non solo perde con...
26.05.2024
Sport

Lugano, sei in Champions! Grazie all’YB…

ZURIGO – Può una sconfitta essere accolta con una festa? Di solito no, ma in questo caso… possiamo fare uno strappo alla regola. Ebbene sì: ier...
21.05.2024
Sport

La Danimarca è campione: e non doveva neppure esserci!

LUGANO - Sono gli Anni delle guerre balcaniche e di Mani Pulite. Ma anche degli attentati mafiosi che costano la vita ai giudici Falcone e Borsellino. La Jugoslavia,...
23.05.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto