Mondo, 14 maggio 2022

La Russia taglia le forniture di elettricità alla Finlandia

La Russia sospenderà le forniture di energia elettrica alla Finlandia a partire da sabato a causa di bollette non pagate, ha annunciato venerdì RAO Nordic Oy, una società interamente controllata dall'azienda russa InterRAO. La decisione giunge in un contesto di crescenti tensioni tra Mosca e Helsinki, che ha annunciato pochi giorni fa di voler far parte della NATO "senza ritardi". Questa intenzione è vista molto negativamente da Mosca, che ha già minacciato una risposta "tecnico-militare".

In risposta all'annuncio di Mosca, l'operatore della rete elettrica finlandese ha dichiarato di poter fare a meno delle importazioni di elettricità dalla Russia. "Eravamo preparati per questo e non sarà difficile. Possiamo farcela con un po' più di importazioni dalla Svezia e dalla Norvegia", ha dichiarato venerdì Timo Kaukonen, direttore operativo dell'operatore Fingrid. "Poco meno del 10%" del consumo di elettricità della Finlandia proviene dalla Russia, con una capacità di importazione attualmente disponibile di 900 megawatt.

RAO Nordic Oy, con sede a Helsinki, non ha ricevuto il pagamento per l'elettricità fornita alla Finlandia dal 6 maggio, ha dichiarato il gruppo in un comunicato, citando la mancanza di fondi per pagare l'elettricità importata dalla Russia. "Questa situazione è eccezionale e si verifica per la prima volta in oltre 20 anni", ha dichiarato il fornitore. "Siamo quindi costretti a sospendere l'importazione di energia elettrica a partire dal 14 maggio", ha dichiarato il fornitore. "Speriamo che la situazione migliori presto" e che le consegne dalla Russia riprendano, ha aggiunto il gruppo.

Il presidente e il primo ministro finlandesi hanno dichiarato giovedì di essere favorevoli all'adesione alla Nato "senza indugio", affermando che la decisione del Paese nordico sarebbe stata annunciata all'organizzazione domenica. Il Cremlino ha reagito dicendo che l'ingresso della Finlandia nella NATO sarebbe "certamente" vista come una minaccia per la Russia. La diplomazia russa ha dichiarato che, in caso di adesione della Finlandia, la Russia sarebbe "obbligata a prendere misure tecniche-militari e di altro tipo per porre fine alle minacce alla sua sicurezza nazionale".

Guarda anche 

Tre mesi dopo le sanzioni occidentali il rublo russo è la valuta più performante del 2022

Il rublo russo giovedì è diventato la valuta più performante del mondo nel 2022, superando il real brasiliano. Questo a poco meno di tre mesi dopo...
13.05.2022
Mondo

Nel 2023 l'elettricità potrebbe costare 6 volte tanto

Con tutta probabilità, nel 2023 il costo dell'elettricità subirà un notevole aumento in Svizzera. Il fornitore svizzero Primeo Energie ha gi&agra...
12.05.2022
Svizzera

"Sanzioni alla Russia, quali conseguenze per la Svizzera?"

Il Consiglio federale ha tenuto conto delle conseguenze per la Svizzera della ripresa delle sanzioni UE contro la Russia? È la domanda che il Consigliere nazionale...
11.05.2022
Svizzera

L'ambasciatore russo accusa la Svizzera, "avete perso il vostro ruolo di mediatore"

L'ambasciatore russo in Svizzera Sergei Garmonin (nella foto) accusa la Svizzera di aver violato la sua neutralità riprendendo le sanzioni alla Russia, con la ...
05.05.2022
Svizzera