Ticino, 05 maggio 2022

Zelensky forse a Lugano in luglio, "un onore ma anche una sfida"

La Svizzera e il canton Ticino si stanno preparando per una visita ufficiale di Volodymyr Zelensky il prossimo luglio. Il presidente ucraino potrebbe infatti essere presente in Svizzera il 4 luglio per l'apertura della conferenza sull'Ucraina a Lugano. Se il capo di stato verrà in Ticino, sarà la prima volta che visiterà un paese straniero dall'inizio della guerra. Zelensky aveva indicato già il 30 aprile su Twitter di aver discusso i preparativi per il vertice con Ignazio Cassis. 

Anche se il suo arrivo, che sarà deciso all'ultimo minuto per motivi di sicurezza, sembra improbabile, è più che previsto per la Confederazione e il Ticino. Le autorità si stanno preparando per un evento che richiederà misure di sicurezza mai viste in Svizzera, rivela il Tages-Anzeiger. Questo è particolarmente vero perché ci potrebbero essere più partecipanti di quanto originariamente previsto e molti rappresentanti ucraini e capi di stato occidentali sono attesi.

Il vertice, pianificata da tempo prima del conflitto
per discutere di riforme in Ucraina, si sta trasformando in una conferenza sui donatori e la ricostruzione post-bellica, nota Tagi. Il primo ministro britannico Boris Johnson dovrebbe partecipare, mentre la presenza di Mario Draghi, Emmanuel Macron o ancora del cancelliere tedesco Olaf Scholz sono in discussione.

Le autorità svizzere e ticinesi sono quindi all'erta. Innanzitutto la Fedpol, il servizio segreto della Confederazione, e la polizia cantonale ticinese. Stanno lavorando su misure di sicurezza eccezionali, in particolare per garantire la sicurezza del presidente Zelensky durante il suo viaggio e la sua presenza in Svizzera.

"Per Lugano, per il Ticino e per la Svizzera è un onore, ma anche una grande sfida ospitare una simile conferenza", ha detto il consigliere di Stato Norman Gobbi. Ha ricordato che in occasione dell'inaugurazione del tunnel del Gottardo nel 2016, dove erano presenti molti capi di stato, sono stati impegnati 2'000 militi. Dato l'attuale contesto in Ucraina, questo numero dovrebbe essere molto più alto il prossimo luglio.

Guarda anche 

Votazioni federali, dalle urne due si e due no

A spoglio quasi ultimato, il popolo svizzero si avvia a approvare la riforma dell'AVS e il suo finanziamento e a respingere l'iniziativa popolare "contro l&#...
25.09.2022
Svizzera

"Un segnale importante a sostegno della nostra agricoltura"

La Lega dei Ticinesi, tramite un comunicato, esprime la sua soddisfazione per il No espresso questa domenica alle urne dai votanti. Per il movimento di Via Monte Bogli...
25.09.2022
Svizzera

Netto aumento dell'immigrazione illegale nel 2022

Tra gennaio e agosto 2022, la Svizzera ha registrato un notevole aumento dell'immigrazione illegale. Nei primi sei mesi dell'anno le guardie di frontiera hanno...
25.09.2022
Svizzera

Per l'ambasciatore UE "la Svizzera vuole la botte piena e la moglie ubriaca"

La proposta della Svizzera di risolvere gli aspetti istituzionali "verticalmente", accordo per accordo, non chiarirebbe la "complicata" situazione ...
24.09.2022
Svizzera