Sport, 01 aprile 2022

E se l’Italia fosse ripescata per i Mondiali? Impossibile, o quasi…

La FIFA dovrebbe sospendere o espellere la federazione di una nazionale già qualificata e l’Iran ha fatto esplodere l’ira dell’Organo mondiale del calcio

ZURIGO – Per la seconda volta consecutiva l’Italia non si è qualificata per i Mondiali. Se nel 2017, il suicidio sportivo del ct Ventura si concretizzò contro la Svezia nel playoff, questa volta la Nazionale di Mancini è andata a sbattere contro il muro della Macedonia del Nord. È altrettanto vero che gli Azzurri dopo l’Europeo vinto lo scorso luglio si sono persi per strada, gettando alle ortiche la qualificazione contro la Bulgaria e contro l’Irlanda del Nord, senza considerare i due rigori sbagliati da Jorginho nelle sfide dirette contro la nostra Nazionale, a Basilea e a Roma. Ma l’Italia potrebbe, anche se difficilmente accadrà, essere ripescata dalla FIFA e volare in Qatar.
 
 
Come? Il tutto è legato alla decisione dell’Iran di vietare l’accesso alle donne allo stadio durante l’ultima sfida giocata contro il Libano: questa presa di posizione non è assolutamente piaciuta alla FIFA che, in un’ipotesi assolutamente remota, potrebbe decidere di estromettere la nazionale iraniana dal torneo iridato in Qatar. Solo in quel caso, con la sospensione o l’espulsione della sua Federazione calcistica da parte della FIFA, l’Italia potrebbe tornare in gioco. 

 
 
Nel remotissimo caso in cui questo avvenga, il ripescaggio avverrebbe a totale discrezione della FIFA stessa, in base all’articolo 6 del regolamento. Ovviamente in quel caso l’Italia farebbe gola a sponsor e organizzatori, già rimasti a bocca aperta all’idea di dover rinunciare ad ospitare gli Azzurri il prossimo novembre, ma la possibilità è al limite della fantascienza. In poche parole: l’Italia, a meno di ribaltoni, il prossimo Mondiale se lo vedrà, ancora una volta, dal divano…

Guarda anche 

“In casa Bellinzona tutto appare piuttosto nebuloso”

È fuori dal calcio che conta dal 2008, da quando portò il Bellinzona nella massima serie assieme a Marco Degennaro e Vladimir Petkovic e sfiorò la...
26.06.2022
Sport

Dopo la droga, gli abusi sulla compagna di vita

LUGANO - Fabio Macellari non è certo catalogabile in una ipotetica lista di campioni. Ma negli Anni Novanta del secolo scorso è stato indubbiamente uno...
24.06.2022
Sport

Scissione Di Maio dal Movimento 5 Stelle, Lega diventa primo partito nel parlamento italiano

"Oggi io e molti colleghi lasciamo il Movimento 5 Stelle. Lasciamo quella che domani non sarà più la forza più grande in Parlamento", ha...
22.06.2022
Mondo

Angelo Renzetti nel Locarno? “Non faccio parte del club ma...”

LOCARNO - In Ticino il mondo del calcio sta vivendo profondi cambiamenti, Epocali, diremmo. A Lugano dopo l’era Renzetti, un anno fa si è aperta una nuo...
20.06.2022
Sport