Svizzera, 21 febbraio 2022

Meccanico rivende bolidi che non sono suoi per ripagare i debiti, dovrà andare in carcere

Nella primavera del 2019, al proprietario di un garage di riparazioni vengono affidate una BMW e due Ferrari da una donna il cui defunto marito era un collezionista di auto di lusso. La donna aveva intenzione di vendere le auto in futuro, e il meccanico, conoscente del marito defunto, si era offerto di ripararle. Con i documenti di registrazione dell'auto e le chiavi delle tre auto in tasca, l'uomo aveva venduto le auto ad altri acquirenti senza informare la donna interessata. Ha quindi intascato 215'000 franchi, di cui 145'000 solo per la BMW. Denunciato dalla legittima proprietaria, l'uomo compariva lunedì davanti tribunale penale di Vevey (VD) per rispondere all'accusa di frode e abuso di fiducia.

"Agli occhi della mia cliente, l'imputato non aveva certamente il diritto di vendere i veicoli a un prezzo ridotto rispetto a quello da lei richiesto senza consultarla prima. Ciò che è certamente illegale è aver tenuto per sé il denaro incassato", ha detto l'avvocato della querelante. 


L'accusato sostiene che non aveva scelta, poiché era ricattato da "viaggiatori" da cui aveva preso in prestito del denaro, e che chiedevano interessi esorbitanti. "Ho ricevuto minacce di morte. Avevo paura per me e per la mia famiglia", si è difeso davanti ai giudici.

Martedì, l'accusato ha quindi ricevuto una condanna a due anni di prigione, di cui sei mesi da scontare, e una sospensione della pena di quattro anni per i restanti 18 mesi, riferisce "LeMatin".

Da parte sua, l'imputato ha riconosciuto di essere debitore di queste migliaia di franchi e ha promesso di rimborsare i querelanti entro la fine del 2023. Promessa su cui l'avvocato dell'ex proprietario delle tre auto d'epoca ha seri dubbi e per questo non è escluso che venga presentato un ricorso.

Guarda anche 

Avevano bloccato il traffico, ecoattivisti vengono assolti: “È libertà d'espressione”

Condannati in prima istanza, un gruppo di ecoattivisti che aveva bloccato il traffico a Losanna è stato assolto da ogni accusa durante il processo di appello. L...
30.09.2022
Svizzera

Riceve 1'800 franchi di multa per aver segnalato dei radar e dei controlli di polizia

Tra febbraio e maggio 2021, un uomo allora 29enne residente a Winterthur (ZH) aveva annunciato cinque controlli di velocità e del traffico da parte della polizi...
29.09.2022
Svizzera

Condannato per frode, non viene espulso perchè il suo QI è troppo basso

La lista di crimini di un 25enne kosovaro recentemente comparso in tribunale a Winterthur è lunga. Il suo fascicolo è lungo 77 pagine, che descrivono pri...
28.09.2022
Svizzera

Un'intera famiglia a processo per traffico di stupefacenti

Una famiglia di sei cittadini kosovari è accusata di essere coinvolta in un'importante traffico di droga tra il 2014 e il 2018. Durante il primo giorno di udie...
27.09.2022
Svizzera