Svizzera, 21 febbraio 2022

Meccanico rivende bolidi che non sono suoi per ripagare i debiti, dovrà andare in carcere

Nella primavera del 2019, al proprietario di un garage di riparazioni vengono affidate una BMW e due Ferrari da una donna il cui defunto marito era un collezionista di auto di lusso. La donna aveva intenzione di vendere le auto in futuro, e il meccanico, conoscente del marito defunto, si era offerto di ripararle. Con i documenti di registrazione dell'auto e le chiavi delle tre auto in tasca, l'uomo aveva venduto le auto ad altri acquirenti senza informare la donna interessata. Ha quindi intascato 215'000 franchi, di cui 145'000 solo per la BMW. Denunciato dalla legittima proprietaria, l'uomo compariva lunedì davanti tribunale penale di Vevey (VD) per rispondere all'accusa di frode e abuso di fiducia.

"Agli occhi della mia cliente, l'imputato non aveva certamente il diritto di vendere i veicoli a un prezzo ridotto rispetto a quello da lei richiesto senza consultarla prima. Ciò che è certamente illegale è aver tenuto per sé il denaro incassato", ha detto l'avvocato della querelante. 


L'accusato sostiene che non aveva scelta, poiché era ricattato da "viaggiatori" da cui aveva preso in prestito del denaro, e che chiedevano interessi esorbitanti. "Ho ricevuto minacce di morte. Avevo paura per me e per la mia famiglia", si è difeso davanti ai giudici.

Martedì, l'accusato ha quindi ricevuto una condanna a due anni di prigione, di cui sei mesi da scontare, e una sospensione della pena di quattro anni per i restanti 18 mesi, riferisce "LeMatin".

Da parte sua, l'imputato ha riconosciuto di essere debitore di queste migliaia di franchi e ha promesso di rimborsare i querelanti entro la fine del 2023. Promessa su cui l'avvocato dell'ex proprietario delle tre auto d'epoca ha seri dubbi e per questo non è escluso che venga presentato un ricorso.

Guarda anche 

Un predicatore islamico condannato per frode e razzismo non dovrà lasciare la Svizzera

Il predicatore islamico Abu Ramadan non dovrà lasciare la Svizzera, nonostante una condanna di espulsione in primo grado. Lo ha deciso venerdì l'Alta Co...
15.06.2024
Svizzera

La madre accusata di aver ucciso la figlia di 8 anni condannata all'ergastolo

La madre residente nel canton Berna accusata di aver ucciso la figlia di 8 anni passerà il resto della sua vita in carcere. "Ci auguriamo che questa bambina a...
14.06.2024
Svizzera

Spara a un gatto che l'ha morso, in tribunale viene assolto

Lo scorso settembre, un ottantenne residente nel canton San Gallo si stava rilassando nel suo giardino quando il gatto di sua figlia gli salì in grembo. Mentre l&#...
11.06.2024
Svizzera

Licenziare un lavoratore in malattia non è per forza illegale, secondo il Tribunale federale

Il Tribunale Federale (TF) ha recentemente preso una decisione che, in alcuni casi, pregiudica la tutela dei dipendenti contro il licenziamento durante il congedo per mal...
09.06.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto