Magazine, 17 febbraio 2022

Il prete sbaglia la formula da decenni: in migliaia devono ribattezzarsi!

Padre Andres Arango, della chiesa di San Gregorio a Phoenix, ha usato le parole errate per 26 anni: ora non solo il battesimo, ma anche tutti i sacramenti successivi sono considerati nulli

PHOENIX (USA) – Per 26 anni ha usato la formula “ti battezziamo” invece di “io ti battezzo” e ora migliaia di fedeli devono ripetere il battesimo perché considerato non valido. Ma non è finita qui: anche i sacramenti successivi, a catena, sono tutti da rifare. Un vero disastro quello commesso da Padre Andres Arango, prete della chiesa di San Gregorio, a Phoenix, che si è dimesso dall’incarico chiedendo scusa a tutti.
 
L’errore è stato scoperto a metà 2021 e dopo le verifiche il vescovo della diocesi, Thomas Olmsted, ha informato i fedeli con una comunicazione ufficiale pubblicata sul sito della chiesa che ha lasciato tutti a bocca aperta: “Dopo attento studio da parte dei funzionari diocesani e dopo aver consultato la Congregazione per la dottrina della fede a Roma è stato deciso che la formula usata dal parroco “Ti battezziamo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo” non può essere ritenuta accettabile perché “non è la comunità che battezza, ma è Cristo, e Lui solo, che presiede tutti i sacramenti, e dunque è Gesù che battezza”. 

 
“Sono dispiaciuto che questo errore abbia provocato un’interruzione della vita sacramentale di un certo numero di fedeli. Mi impegno a compiere ogni passo necessario per porre rimedio alla situazione”, ha spiegato il vescovo.
 
Ai fedeli, che ora dovranno rifare anche tutti gli altri sacramenti, sono arrivate anche le scuse del prete: “Mi rammarico profondamente del mio errore”.

Guarda anche 

Atterraggio d’emergenza avvolto nel mistero: co-pilota trovato morto a 48km dall’aeroporto

RALEIGH-DURHAM (USA) – Sta diventando un vero e proprio giallo l’atterraggio di emergenza di un velivolo nel North Carolina. I media americani raccontano che ...
31.07.2022
Mondo

Fine di un’epoca: Vettel si ritira a fine stagione

BUDAPEST (Ungheria) – Nel weekend la F1 non si ferma, il calendario del mondo della Formula 1 non conosce soste, e il duello per il titolo iridato si sposta in Ungh...
28.07.2022
Sport

Detenuta trans: incinta le due compagne di cella

NEW JERSEY (USA) – In un carcere femminile nel New Jersey, una 27enne detenuta transgender, Demi Minor, ha avuto rapporti sessuali con altre due compagne di cella c...
24.07.2022
Magazine

Maria, un sogno infranto da un incidente assurdo

LUGANO - Maria nasce a Madrid all’alba del 1980. È figlia di Emilio de Villota, che ha corso due volte in Formula 1 al volante della Mc Laren (1977 e 19...
15.07.2022
Sport