Sport, 11 febbraio 2022

Lugano, sotto col Lucerna, ma che sofferenza!

I bianconeri possono sognare in grande in Coppa Svizzera, essendosi qualificato per la semifinale, avendo battuto per 4-3 il Thun al termine di un match davvero assurdo

THUN – Il Lugano è in semifinale di Coppa Svizzera: questo è il bicchiere mezzo pieno. Il Lugano si è qualificato segnando 4 reti in una partita, altra cosa positiva. Il Lugano si è qualificato per la semifinale della Coppa nazionale al termine di una sfida rocambolesca e davvero troppo complicata, contro il Thun: questo è il bicchiere mezzo vuoto. Sì perché trovarsi meritatamente sul 2-0 dopo 14’ e rischiare di gettare tutto alle ortiche, dormendo e subendo la compagine di Challenge League per i successivi 50’ non è un atteggiamento da grande squadra.
 
Alla fine ciò che conta è la qualificazione alla semifinale, dove i bianconeri sfideranno il Lucerna a Cornaredo, ma è altrettanto vero che la formazione di Croci-Torti si è complicata la vita in maniera incredibile. La Coppa è sempre la Coppa e i valori spesso vengono sovvertiti, la Coppa svizzera spesso racconta favole incredibili, ma quando sei la squadra favorita e ti ritrovi sul 2-0 dopo nemmeno un quarto d’ora, devi addentare il match, stringere la presa e non mollarla più, anche addormentando i ritmi e gestendo l’incontro. 

 
Invece il Lugano si è abbassato troppo, ha lasciato il pallino del gioco ai ragazzi di Bernegger ed è andato in apnea appena subìto l’1-2. Il 2-2 è giunto come logica conseguenza e, quando il peggio sembrava dietro l’angolo, ecco che i cambi, l’aggiustamento tattico scelto dal “Crus” hanno rimesso tutto nei giusti binari: Sabbatini e Lovric, infatti, hanno firmato quelle reti che hanno rimesso la “chiesa al centro del villaggio”, anche se il rigore di Gerndt nel finale ha fatto vivere a tutti 10’ di autentica tensione e di paura, caratterizzato da errori bianconeri e dall'ultima folle punizione regalata a 40" dalla fine.
 
Sarebbe stato un grosso smacco per i bianconeri non trovare il pass per la semifinale di questa Coppa dove, numeri alla mano, rappresentano la testa di serie numero 1: con lo Zurigo, il Basilea e l’YB già eliminati (diciamolo a bassa voce), il Lugano è il logico favorito. E ora sotto con Lucerna!

Guarda anche 

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

FC Paradiso, il sogno continua

PARADISO - Antonio Caggiano è un presidente felice. Il suo Paradiso, club che dirige con successo da 22 anni, è pronto a presentare la licenza per...
22.02.2024
Sport

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei...
19.02.2024
Sport

Lugano, una ripartenza a tutto gas. L'Ambrì espugna Berna

LUGANO - Show alla Bossard Arena! Il Lugano annichilisce lo Zugo, terza forza del massimo campionato, e ritorna fra le prime sei in attesa del Davos, che oggi ospita...
18.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto