Svizzera, 02 febbraio 2022

L'azienda gli versa 200'000 franchi di troppo, dovrà rimborsarli

Nel febbraio 2011, il dipendente di una filiale Swisscom era stato trasferito da Sion a Martigny (VS). L'uomo aveva beneficiato di un pagamento una tantum di 2'500 franchi per compensare le maggiori spese di viaggio tra la sua casa e il suo nuovo posto di lavoro. Come riportato settimana scorsa (vedi articoli correlati) un errore informatico aveva poi trasformato il pagamento una tantum in un versamento mensile di 2500 franchi. Da febbraio 2011 fino al settembre 2017, il dipendente aveva quindi ricevuto 2'500 supplementari ogni mese, senza avvisare nessuno dello sbaglio. Quando l'azienda si è resa conto del suo errore lo ha licenziato, dato che l'uomo si era rifiutato di rimborsare quanto ricevuto in eccesso. 


In tribunale, l'accusato ha contestato di aver ricevuto un compenso eccessivo: "Era corretto ai miei occhi. Era una correzione del mio stipendio precedente e delle spese di viaggio aggiuntive" si è giustificato l'uomo. La corte però la pensa diversamente. "L'impiegato doveva sapere, o almeno supporre, che si trattava di una somma indebita. Pretendere 2500 franchi al mese per un viaggio da Sion a Martigny è semplicemente impossibile", ha detto il giudice, citato da "24 heures". Inoltre, aveva firmato un accordo che prevedeva un risarcimento una tantum. 

Il tribunale di Hérens e Conthey (VS) ha quindi condannato l'ex dipendente al pagamento di 240 aliquote giornaliere a 45 franchi (10'800 franchi), sospeso per due anni. L'uomo è stato ritenuto colpevole di aver usato beni senza averne diritto. Dovrà restituire quanto ricevuto al suo ex datore di lavoro, circa 182'000 franchi, dato che una parte della perdita essendo è già stata compensata dall'azienda trattenendo la tredicesima e i giorni di vacanza.

Guarda anche 

7 anni di carcere e espulsione per aver “scalpato” un uomo

Il tribunale penale di Littoral e Val-de-Travers, nel canton Neuchâtel, ha condannato uno spacciatore a sette anni di carcere per tentato omicidio, reati gravi e vi...
03.02.2023
Svizzera

Dipendente dall'assistenza, riesce a evitare l'espulsione perchè è diventato pensionato

Un pensionato spagnolo è riuscito a evitare l'espulsione dalla Svizzera grazie al ricorso presentato al Tribunale federale. Il suo cantone di residenza, Appenz...
03.02.2023
Svizzera

In cinque rischiano l'espulsione per una brutale aggressione a un passante

Durante una notte in cui avevano alzato il gomito per le vie del centro di Zurigo, cinque giovani avevano aggredito un uomo di 34 anni sulla Langstrasse. Per il malcapita...
31.01.2023
Svizzera

Autore di due risse violente, viene espulso ma evita il carcere

Un cittadino kosovaro di 24 anni è comparso la scorsa settimana davanti al Tribunale distrettuale di San Gallo. L'uomo si era reso protagonista di due risse ne...
26.01.2023
Svizzera