Mondo, 14 gennaio 2022

Due giovani fermati per la violenza di gruppo a Milano

Si chiamano Mahmoud Ibrahim (18 anni) e Abdallah Bougedra (21 anni) e sono i primi arrestati per le violenze di gruppo avvenute a Capodanno in Piazza Duomo a Milano. I due probabilmente – prima di quella sera – non si conoscevano nemmeno. Uno residente in periferia di Torino, l’altro in quella di Milano. “Bravi ragazzi. Umili lavoratori”, parla di loro di pensava di conoscerli.

 

Le immagini registrate da una telecamera di sicurezza immortala i due giovani fiondarsi sulla 19enne abusata da un nutrito gruppo. L’egiziano e il marocchino sono stati portati in carcere e dovranno rispondere delle accuse di violenza sessuale di gruppo, lesioni aggravate e rapina.

 

Abdallah

sarebbe il primo ad aver dato il via alla vergognosa violenza. Le immagini, infatti, parlano chiaro. Segue la ragazza, le impedisce di scappare. Poi, le mette il braccio attorno alle spalle. L’inizio della fine.

 

Mahmoud in piazza ci era arrivato con un paio di amici connazionali. Video e testimonianze lo inchiodano: avrebbe partecipato a un altro caso di abusi, mezz’ora prima. La dinamica è la stessa. Visto il rifiuto iniziale delle vittime, partono abusi e violenza. Davanti agli inquirenti, il giovane ha negato ogni coinvolgimento. Il padre parla di lui come “un bravo ragazzo che non farebbe male a nessuno. Quello che è successo ha poco a che vedere con mio figlio. Chiarirà tutto, ne sono sicuro”.

Guarda anche 

Auto contro bus: morti cinque giovani

Cinque morti, tutti dai 17 ai 22 anni. È questo il terribile bilancio dell'incidente avvenuto ieri sera a Rezzato, nel bresciano. L'auto sulla quale via...
23.01.2022
Mondo

Vittorio Feltri esclusivo: "Draghi il più adatto al Colle. Svizzera esempio democratico"

*Articolo dal Mattino della Domenica. Di Mauro Botti L'elezione del presidente della Repubblica italiana del 2022 sarà la quattordicesima ele...
23.01.2022
Mondo

Viola l'isolamento per prestare soccorso a un motociclista ferito, viene multata

Il 23 aprile 2020, in pieno primo lockdown, una 56enne abitante di Ospedaletto Euganeo, comune italiano nei pressi di Padova, si trovava a casa in isolamento a causa d...
21.01.2022
Mondo

Pedofilia nell'arcidiocesi di Monaco, 500 le vittime. Sotto accusa anche Ratzinger

Sono almeno 497 le persone che hanno subito danni nell’ambito degli abusi pedofili nell’arcidiocesi di Monaco. Lo ha spiegato Martin Pusch leggendo il rapp...
21.01.2022
Mondo