Svizzera, 28 dicembre 2021

Assolto da accuse di stupro, il Tribunale federale ribalta la sentenza

Il Tribunale federale ha annullato un verdetto del tribunale vallesano riguardante uno stupro. Il tribunale cantonale del Vallese aveva assolto un uomo accusato di stupro e coercizione sessuale. La corte vallesana aveva ritenuto che la donna non aveva acconsentito allo stupro e non aveva resistito fisicamente perché aveva paura.

In prima istanza l'uomo era stato rilasciato nel novembre 2018 da accuse che includono rapimento, stupro e coercizione sessuale ma era stato condannato a 15 mesi di reclusione per lesioni corporali semplici a terzi, danni alla proprietà, guida senza patente e violazioni delle leggi sulle armi e sugli stupefacenti. Nel febbraio 2021, il tribunale cantonale del Vallese aveva poi ridotto la sua pena a 10 mesi sospesi.

In una sentenza pubblicata lunedì, il Tribunale federale ha annullato questo verdetto a causa di una "valutazione arbitraria delle prove". Il caso è stato rinviato al tribunale del Vallese perchè questi condanni l'imputato per coercizione sessuale e stupro, oltre
ai reati per cui è già stato condannato.

Sulla base degli elementi a sua dispozione i giudici di Losanna hanno ritenuto che la vittima non era consenziente durante l'atto. Anche se ha usato un tono di voce calmo, parole come "Sai come si chiama questo? Questo è uno stupro" o "Sei serio, sei completamente malato, ti rendi conto che questo è uno stupro" erano inequivocabili.

In un tale contesto, il suo partner avrebbe dovuto almeno interrompere il rapporto sessuale e chiederle il suo consenso, hanno sottolineato i giudici di Mon Repos. Di fronte a queste parole, i loro colleghi del Vallese non potevano considerare che questa opposizione non fosse percepibile.

Per la Corte federale, la ricorrente non poteva essere rimproverata per non aver reagito, per non aver urlato o gridato di fronte a un uomo che sapeva essere violento. Lui le aveva rotto il computer e il cellulare il giorno prima perchè sospettava che lei fosse infedele e in passato le aveva fatto subire violenze.

Guarda anche 

L’avveniristica diga vallesana che fa da batteria energetica

Una forza che potrebbe far viaggiare l’intero parco veicoli del Canton Ticino, presupposto che lo stesso possa essere trasformato completamente in mezzi a pr...
30.07.2022
Svizzera

Medico condannato per aver ricevuto pagamenti dall'industria farmaceutica

L'ex primario dell'Ospedale cantonale di Sion è stato condannato in appello a 16 mesi di carcere sospeso per aver ricevuto finanziamenti dall'indust...
22.07.2022
Svizzera

Per tre anni fa finta di essere infortunato e si fa versare 120'000 franchi

Un muratore spagnolo è stato condannato dal tribunale di Sierre a una pena detentiva e all'espulsione per aver finto per oltre tre anni e mezzo di essere in...
20.07.2022
Svizzera

Madre condannata per aver accoltellato il figlio

Una madre è stata condannata a due anni di carcere per aver accoltellato il figlio, pena sospesa a favore di un trattamento terapeutico. I fatti si sono verific...
18.07.2022
Svizzera