Sport, 10 dicembre 2021

Luci ad Ambrì: in scena un derby dai 1000 risvolti

Questa sera alla Gottardo Arena i padroni di casa e il Lugano daranno vita a una sfida delicata sia a livello psicologico che di classifica

AMBRÌ – Il derby è sempre il derby, anche se se ne giocano sei all’anno. Il derby ha sempre il suo fascino, anche se Ambrì e Lugano non se la passano esattamente bene a livello di classifica. Il derby è sempre il derby perché vincendolo, spesso, scatta quella scintilla che permette di trovare energie fisiche e mentali spesso nascoste. Ecco perché il derby di questa sera non è e non sarà una semplice partita di hockey.
 
 
La Gottardo Arena è pronta, in versione 2G, a illuminarsi e a farsi ammaliare dalle gesta dei ragazzi di Cereda e di McSorley, nonostante fin qui la stagione delle due compagini ticinesi non sia stata esattamente eccelsa. L’Ambrì, che non era partito neanche così male, piano piano ha perso la sua scintilla e i 36 punti incamerati in 31 partite disputate sono lì a dimostrarlo. Come se non bastasse, i leventinesi nelle ultime 10 sfide disputate hanno ottenuto la miseria di 7 piccoli punti, battendo una volta l’Ajoie, una volta lo Zugo e perdendo all’overtime con i Lions. Basta! Davvero poco per tentare la ricorsa al sesto posto e per sperare quantomeno di restare tra le prime dieci.
 
 
Dall’altra parte il Lugano, dopo un ottobre a dir poco disastroso, costellato di infortuni, sconfitte, difficoltà e buchi mentali, fisici, tecnici e tattici, dopo la pausa per la Nazionale – e il recupero dei lungodegenti
– sembrerebbe essersi ritrovato. Non per niente nelle ultime 5 partite disputate, la truppa di McSorley ha messo nel paniere 12 punti che l’hanno resa la miglior squadra, a livello di rendimento dell’ultimo mese. Certo, la strada per trovare i giusti meccanismi ed equilibri, così come le posizioni più consone in classifica è ancora lunga, visto che il sesto posto dista ben 9 punti e i Lions hanno anche disputato una partita in meno, ma quantomeno i bianconeri non marciano sul posto come avvenuto nel recente passato.
 
 
Proprio per questo sarà un derby davvero delicato e importante quello che andrà in scena questa sera in Leventina. Nella valle imbiancata e sferzata dal freddo di questi giorni, la Gottardo Arena invece ribollirà di calore, tifo e passione, così come di tensione, concentrazione e voglia di imporsi, perché vincere questa partita potrebbe permettere a una squadra di rialzarsi e ripartire – l’Ambrì – e all’altra di continuare a credere nel proprio cammino, mettendo ancora più benzina nelle gambe e nella testa nel tentativo di recuperare posizioni e chiudere il 2021 in una posizione migliore al cospetto delle prime sei della graduatoria (il Lugano).
 
 
Insomma, per non girarci troppo intorno, sarà un derby da non perdere né sugli spalti, né sul divano, ma soprattutto sul ghiaccio…

Guarda anche 

Il Lugano cala il pokerissimo: i pre playoff sono ormai in cassaforte

LUGANO – Ancora una volta, la quinta in stagione, il derby si tinge di bianconero. E lo fa a pieno merito, nonostante il Lugano abbia dovuto rinunciare all&rsquo...
28.01.2022
Sport

Lugano-Ambrì, un derby da brivido tra infortuni e arbitraggi da paura

LUGANO – Ci risiamo. Rieccoci. Per la sesta volta in stagione, questa sera, Lugano e Ambrì si ritroveranno una di fronte all’altra, questa volta all...
27.01.2022
Sport

Il Lugano vince il derby amichevole di Chiasso

CHIASSO - "Sono globalmente soddisfatto della prestazione dei ragazzi. Hanno giocato una buona partita, con intensità e ritmo. Hanno sbagliato qualche qualche...
23.01.2022
Sport

Mercato, dove andrà Alessandro Chiesa? Ambrì Piotta e Ajoie in pole position

LUGANO - Quale futuro per Alessandro Chiesa, ultimo bianconero rimasto della squadra che vinse nel 2006 il settimo titolo, il più bello e rocamboles...
24.01.2022
Sport