Mondo, 20 novembre 2021

Rotterdam, protesta contro il lockdown degenera in scontri e disordini

Violenti scontri e disordini sono scoppiati venerdì a Rotterdam, in Olanda, dove una protesta contro le misure anti-covid è degenerata causando diversi feriti e notevoli danni.

La polizia olandese ha sparato proiettili di gomma sulla folla mentre i manifestanti che protestavano contro le misure sanitarie hanno dato fuoco a una macchina della polizia, lanciato pietre e fatto esplodere fuochi d'artificio.

Gli incidenti sono scoppiati durante una manifestazione contro le restrizioni sanitarie e i piani del governo per limitare l'accesso dei non vaccinati a certi luoghi pubblici. Diverse decine di persone sono state arrestate e almeno sette persone sono state ferite, tra cui agenti di polizia.

La manifestazione, iniziata alle 20 nel centro della città, "è sfociata in disordini". Incendi sono stati appiccati in diversi luoghi. Sono stati fatti esplodere dei fuochi d'artificio e la polizia ha sparato diversi colpi di avvertimento", ha detto la polizia di Rotterdam in un comunicato.

La polizia antisommossa ha ripetutamente caricato i manifestanti, anche impiegando un cannone ad acqua, ha detto la fonte. "Ci sono feriti legati ai colpi sparati", ha aggiunto, senza dare un numero. La televisione pubblica olandese NOS ha detto che due persone sono state
ferite negli scontri.

Diverse centinaia di manifestanti hanno gridato slogan tra cui "libertà", lanciato pietre alla polizia e ai vigili del fuoco e dato fuoco a diversi veicoli, secondo i media locali. Le immagini condivise sui social network hanno mostrato almeno un'auto della polizia in fiamme.

La polizia ha anche isolato diversi luoghi per cercare prove, con un dito umano visibile sul terreno in uno di essi, ha detto il corrispondente dell'AFP. La polizia olandese ha detto che unità da tutto il paese sono state mobilitate per "ripristinare l'ordine" a Rotterdam.

"Dozzine di arresti sono stati fatti ora, ci si aspetta che altri arresti seguiranno. Circa sette persone sono state ferite, anche dalla parte della polizia", ha detto un comunicato della polizia. Descrivendo la situazione come "molto grave", le autorità locali hanno vietato i raduni nella zona per prevenire ulteriori violenze.

Come gran parte del resto d'Europa, i Paesi Bassi hanno visto un'impennata dei casi di Covid negli ultimi giorni, con oltre 21'000 nuove infezioni riportate venerdì. Le ultime restrizioni, annunciate il 12 novembre, hanno scatenato scontri tra manifestanti e polizia fuori dal Ministero della Giustizia all'Aia.

Guarda anche 

Un ristoratore truffa la Confederazione per 250'000 franchi e rischia l'espulsione

Il proprietario di un ristorante di Lucerna è riuscito a incassare 250'000 franchi tramite aiuti Covid. L'uomo, un 53enne italiano, a partire da marzo 2020...
23.04.2024
Svizzera

Per protestare contro il lupo, depongono le pecore uccise davanti alla sede del Governo

"Siamo stufi, vogliamo che il lupo venga ucciso", racconta un macellaio di Oulens, nel canton Vaud. “Non possiamo vivere insieme, il nostro territorio &eg...
07.04.2024
Svizzera

Violenti scontri all'Aia a margine di un incontro tra eritrei

Sabato sera all'Aia si sono verificati gravi scontri tra un gruppo di eritrei e la polizia. Come ha riportato il quotidiano olandese “De Telegraaf”, ci s...
18.02.2024
Mondo

I contadini scendono in strada a Bruxelles per protestare contro l'UE

La rabbia degli agricoltori continua a diffondersi in Europa e giovedì un migliaio di loro si è recato a Bruxelles, dove i leader europei si incontreranno p...
02.02.2024
Mondo

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto