Sport, 01 novembre 2021

Dalla Coppa al campionato: un altro 2-1 e il Lugano torna a sognare

La vittoria di ieri contro il Servette riporta i bianconeri al quarto posto

LUGANO – 2-1 contro l’YB in Coppa Svizzera, che è valso il pass per i quarti di finale della coppa nazionale. 2-1 in campionato contro il Servette, che vale il quarto posto in classifica, a -4 dall’YB con la zona pericolosa distante ben 7 punti e quella europea a un passo. Il Lugano di Mattia Croci-Torti ieri sera è tornato al successo in campionato, tornando così a respirare l’aria che conta.
 
Due sconfitte evidentemente potevano bastare e, sulle ali dell’entusiasmo del passaggio del turno in Coppa e con la spinta del pubblico di casa, accorso numeroso a Cornaredo sfruttando anche l’iniziativa del club di aprire le porte dello stadio in modo gratuito (l’avvicinamento dell’importantissima votazione sul PSE si fa sentire), i bianconeri hanno mostrato di sapersi adattare ai rivali, di saper giocare aggressivo, di poter mettere pressione, pur concedendo qualcosa di troppo in fase difensiva.
 
Per carità, puntare il dito sulla retroguardia
sarebbe sbagliato, perché la rete del Servette di ieri sera è frutto soprattutto della voglia dei ragazzi del “Crus” di spingere sull’acceleratore e di mettere tanta pressione. In realtà l’unico reparto in cui la nuova società dovrà intervenire nel mercato invernale è e sarà il centrocampo: Lovric, Sabbatini e Lavanchy stanno facendo un grande campionato, ma dietro di loro non c’è nessuno. Ci sarebbe Guidotti, che però è spesso infortunato.
 
Ma un applauso va fatto non solo a chi ha deciso di puntare su Saipi tra i pali – bravo Mattia a dare fiducia al giovane elvetico – ma anche e soprattutto a chi ha deciso di portare sulle rive del Ceresio Celar. L’attaccante ex Roma non solo fa reparto da solo, ma riesce a dialogare con tutti i suoi compagni e ha la possibilità davvero di cambiare il corso delle partite. Ecco perché dalle parti di Cornaredo bisogna continuare a sognare…

Guarda anche 

Calcio in lutto: è morto Andreas Brehme

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Una triste notizia è giunta questa mattina dalla Germania: il calcio piange la morte di Andreas Brehme, che si è spento...
20.02.2024
Sport

FC Paradiso, il sogno continua

PARADISO - Antonio Caggiano è un presidente felice. Il suo Paradiso, club che dirige con successo da 22 anni, è pronto a presentare la licenza per...
22.02.2024
Sport

Un rosso di troppo e il Lugano si lecca le ferite

GINEVRA – Si sperava, in casa Lugano, che l’effetto Europa si facesse sentire sul Servette, reduce dalla sfida di giovedì sera contro il Ludogorets nei...
19.02.2024
Sport

Lugano, una ripartenza a tutto gas. L'Ambrì espugna Berna

LUGANO - Show alla Bossard Arena! Il Lugano annichilisce lo Zugo, terza forza del massimo campionato, e ritorna fra le prime sei in attesa del Davos, che oggi ospita...
18.02.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto