Sport, 01 novembre 2021

Dalla Coppa al campionato: un altro 2-1 e il Lugano torna a sognare

La vittoria di ieri contro il Servette riporta i bianconeri al quarto posto

LUGANO – 2-1 contro l’YB in Coppa Svizzera, che è valso il pass per i quarti di finale della coppa nazionale. 2-1 in campionato contro il Servette, che vale il quarto posto in classifica, a -4 dall’YB con la zona pericolosa distante ben 7 punti e quella europea a un passo. Il Lugano di Mattia Croci-Torti ieri sera è tornato al successo in campionato, tornando così a respirare l’aria che conta.
 
Due sconfitte evidentemente potevano bastare e, sulle ali dell’entusiasmo del passaggio del turno in Coppa e con la spinta del pubblico di casa, accorso numeroso a Cornaredo sfruttando anche l’iniziativa del club di aprire le porte dello stadio in modo gratuito (l’avvicinamento dell’importantissima votazione sul PSE si fa sentire), i bianconeri hanno mostrato di sapersi adattare ai rivali, di saper giocare aggressivo, di poter mettere pressione, pur concedendo qualcosa di troppo in fase difensiva.
 
Per carità, puntare il dito sulla retroguardia sarebbe sbagliato, perché la rete del Servette di ieri sera è frutto soprattutto della voglia dei ragazzi del “Crus” di spingere sull’acceleratore e di mettere tanta pressione. In realtà l’unico reparto in cui la nuova società dovrà intervenire nel mercato invernale è e sarà il centrocampo: Lovric, Sabbatini e Lavanchy stanno facendo un grande campionato, ma dietro di loro non c’è nessuno. Ci sarebbe Guidotti, che però è spesso infortunato.
 
Ma un applauso va fatto non solo a chi ha deciso di puntare su Saipi tra i pali – bravo Mattia a dare fiducia al giovane elvetico – ma anche e soprattutto a chi ha deciso di portare sulle rive del Ceresio Celar. L’attaccante ex Roma non solo fa reparto da solo, ma riesce a dialogare con tutti i suoi compagni e ha la possibilità davvero di cambiare il corso delle partite. Ecco perché dalle parti di Cornaredo bisogna continuare a sognare…

Guarda anche 

Il Lugano va, con Bottani in poppa

LUGANO – Evidentemente il KO di Berna è stato solo un episodio. Per carità, perdere in casa dell’YB ci sta, ma è anche vero che la sconfi...
06.12.2021
Sport

L’ex presidente Renzetti: “Paolo, un tecnico emotivo”

LUGANO - L’ex presidente Angelo Renzetti si gode qualche giorno di riposo nella sua Pescara, anche se conta di tornare in Ticino per la sfida odierna fra il Lu...
05.12.2021
Sport

Il leggendario Nummelin riscalda ancora i cuori

LUGANO - Quando Nummy entra in sala stampa viene accolto da un applauso. Qualche vecchio cronista coglie l'occasione per un selfie; altri lo prendono s...
06.12.2021
Sport

Italia-Inghilterra e la tragedia sfiorata: “A Wembley poteva morire qualcuno”

LONDRA (Gbr) – Se sul campo è finita con la vittoria ai rigori dell’Italia, che poi ha alzato al cielo di Wembley il trofeo di campione d’Europa,...
05.12.2021
Sport