Ticino, 29 ottobre 2021

Preventivo 2022, Lugano in disavanzo di 24,2 milioni

Il Municipio ha approvato oggi il preventivo 2022 e licenziato il relativo messaggio municipale all’attenzione del Consiglio Comunale. La gestione 2022 presenta un disavanzo di 24.2 milioni di franchi. Aggiornate anche le nuove linee di sviluppo 2018- 2028.

Con il preventivo 2022 Lugano non si scosta dalla tendenza riscontrabile tra gli enti pubblici di confermare, per il secondo anno consecutivo, una chiusura della gestione corrente in negativo. L’anno scorso, in sede di presentazione del preventivo 2021, era stata sottolineata l’importanza del controllo dei costi, soprattutto in un periodo di contrazione del gettito fiscale. Partendo da questo assunto è stato allestito il preventivo 2022: l’obiettivo dichiarato del Municipio è quello del contenimento dei costi direttamente controllabili dalla Città, escludendo quindi i contributi di Lugano al cantone, a comuni e a consorzi poiché non è possibile agire direttamente sul loro sviluppo.
 

Il preventivo 2022 tiene conto di alcuni cambiamenti organizzativi interni all’Amministrazione:
 

• la nuova Accademia per pompieri professionisti di lingua italiana (APPLI) è entrata a far parte del Corpo Civici Pompieri. L’autorizzazione federale alla formazione dei pompieri permette ai corpi pompieri della Svizzera Italiana di svolgere la loro formazione in Ticino, evitando i maggiori costi legati all’iscrizione dei corsi a Ginevra o Zurigo, non vi è così impatto sul disavanzo della Città;
 

• La necessità di gestire transitoriamente per tutto il 2022 l’aeroporto di LuganoAgno, che nel preventivo 2021 era stata considerata per soli 6 mesi.
 

Considerata la neutralizzazione di costi e ricavi di questi due cambiamenti organizzativi - che non influiscono sul fabbisogno - emerge che l’obiettivo di contenimento dei costi del preventivo 22 è stato raggiunto: l’incremento dei costi si fissa infatti a 7.8 milioni di franchi (+ 1.71 %) di cui 5.2 milioni di contributi propri. Più sensibile il calo dei ricavi: - 8.1 milioni (- 4.13%) riconducibili principalmente a una riduzione delle aspettative d’incasso delle imposte alla fonte (- 2 milioni) e al dividendo di 5.8 milioni versato nel 2021 da AIL SA. Il gettito fiscale, calcolato con il moltiplicatore politico del 77 %, evidenzia una forte ripresa di 12 milioni; dai 239 milioni del preventivo 2021 ai 251 milioni del preventivo 2022.
 

L’incremento del gettito è reso possibile dalla minore incidenza negativa della pandemia, rispetto a quanto atteso, sui gettiti fiscali 2020 e seguenti. Il risultato di gestione corrente (disavanzo di 24.2 milioni) è peggiorato di 3.8 milioni (1.45% del fabbisogno del preventivo 2021). Rimane elevato il livello degli investimenti lordi, che per il preventivo 2022 fissa in 80.9 milioni e in 60.8 milioni di investimenti netti. Complessivamente gli investimenti per il quadriennio 2022-2025 ammontano a 338.4 milioni lordi (248.9 netti). La pianificazione degli investimenti per il prossimo quadriennio è impegnativa ma in linea con le necessità relative al mantenimento del patrimonio stradale, edile e strutturale della Città. Non secondari sono anche gli impegni derivanti dalla partecipazione a investimenti cantonali o consortili che, nella media, si fissano in circa 11/12 milioni di investimenti netti all’anno.

L’autofinanziamento è limitato a 15.5 milioni - corrispondente a un grado del 26.1% - a causa del prospetto disavanzo di gestione corrente
 

Aggiornamento delle Linee di sviluppo 2018-2028
 

Il Municipio ha aggiornato le Linee di sviluppo all’orizzonte 2028, precisando i suoi intenti relativi alla Missione e alla Visione della Città. Gli aggiornamenti toccano, in particolare, le 5 aree di intervento principali: ambiente e qualità urbana, città polo tra nord e sud delle Alpi, quartieri, conoscenza e occupazione. Gli obiettivi raggiunti a partire dall’introduzione delle linee di sviluppo – nel 2015 – sono stati sostituiti da uno sviluppo degli stessi o da nuovi obiettivi. Il documento completo verrà presentato nelle prossime settimane.

Guarda anche 

Nessun caso di molestie alla RSI

L'attesa inchiesta sui casi di mobbing e di molestie alla RSI si è chiusa e i risultati sono stati presentati oggi. Non ci sono stati, sono state le conclusion...
09.12.2021
Ticino

Voleva difendere l'amico, è stato preso a calci in testa

Il giovane selvaggiamente picchiato a Locarno, che per fortuna comunque sta discretamente ed è già riuscito a tornare a scuola, seppur sotto shock, voleva d...
09.12.2021
Ticino

Un nuovo Centro cantonale di vaccinazione a Chiasso

A partire dal 14 dicembre la regione del Mendrisiotto potrà usufruire di un nuovo Centro cantonale di vaccinazione al Palapenz di Chiasso che sostituirà que...
08.12.2021
Ticino

Locarno, "mio figlio riempito di calci in testa"

“Ho ricevuto una chiamata attorno alle 23:00. ‘Papi’ vieni a prendermi, mi hanno pestato di brutto’”. Da una parte del telefono c’&...
07.12.2021
Ticino