Sport, 25 ottobre 2021

Lugano e… la dura legge del gol

I bianconeri ieri a Basilea sono incappati nella seconda sconfitta consecutiva, nonostante una prestazione vera, buona e intensa

BASILEA – “È la dura legge del gol, fai un gran bel gioco però, se non hai difesa gli altri segnano e poi vincono”. Recitava così una famosissima canzone degli “883”, “La dura legge del gol” appunto, e prendendo questi versi, potremmo utilizzarli per fotografare la sfida giocata e persa ieri dal Lugano a Basilea. Privi anche di Osigwe – infortunatosi durante il riscaldamento – e rimpiazzato da Saipi, i bianconeri hanno disputato un match vero, intenso, nettamente migliore di quello di settimana scorsa a Zurigo (dove il Lugano praticamente non è mai sceso in campo), ma alla fine hanno dovuto soccombere, incassando la seconda sconfitta consecutiva, la seconda sotto la guida di Mattia Croci-Torti.
 
 
Certo, andare a Basilea e tornare a casa senza neanche un piccolo gruzzoletto è anche una cosa che si può accettare, ma un po’ di rammarico resta comunque, tenendo conto che la buona sorte non ha certo arriso a Bottani nei primi minuti, mentre ha dato una grande mano a Frei, lesto a ribattere in rete una parata imprecisa di Saipi. Se a tutto questo aggiungiamo l’ottimo assist di Kasami per il classico 2-0 di Cabral e le buone occasioni non concretizzate da Sabbatini e Celar… ecco che la “frittata” è bella che completa.
 
 
Peccato, ripetiamo, perché anche nella ripresa – fatta eccezione per l’ottimo rigore, generoso, parato da Saipi a Kasami – la truppa sottocenerina non ha sfigurato ma neanche gli ingressi di Amoura, Lavanchy e Facchinetti sono riusciti a riportare sulla giusta via una sfida nata complicata e diventata difficilissima in corso d’opera.

Guarda anche 

Il Lugano va, con Bottani in poppa

LUGANO – Evidentemente il KO di Berna è stato solo un episodio. Per carità, perdere in casa dell’YB ci sta, ma è anche vero che la sconfi...
06.12.2021
Sport

L’ex presidente Renzetti: “Paolo, un tecnico emotivo”

LUGANO - L’ex presidente Angelo Renzetti si gode qualche giorno di riposo nella sua Pescara, anche se conta di tornare in Ticino per la sfida odierna fra il Lu...
05.12.2021
Sport

Il leggendario Nummelin riscalda ancora i cuori

LUGANO - Quando Nummy entra in sala stampa viene accolto da un applauso. Qualche vecchio cronista coglie l'occasione per un selfie; altri lo prendono s...
06.12.2021
Sport

Italia-Inghilterra e la tragedia sfiorata: “A Wembley poteva morire qualcuno”

LONDRA (Gbr) – Se sul campo è finita con la vittoria ai rigori dell’Italia, che poi ha alzato al cielo di Wembley il trofeo di campione d’Europa,...
05.12.2021
Sport