Sport, 25 ottobre 2021

Lugano e… la dura legge del gol

I bianconeri ieri a Basilea sono incappati nella seconda sconfitta consecutiva, nonostante una prestazione vera, buona e intensa

BASILEA – “È la dura legge del gol, fai un gran bel gioco però, se non hai difesa gli altri segnano e poi vincono”. Recitava così una famosissima canzone degli “883”, “La dura legge del gol” appunto, e prendendo questi versi, potremmo utilizzarli per fotografare la sfida giocata e persa ieri dal Lugano a Basilea. Privi anche di Osigwe – infortunatosi durante il riscaldamento – e rimpiazzato da Saipi, i bianconeri hanno disputato un match vero, intenso, nettamente migliore di quello di settimana scorsa a Zurigo (dove il Lugano praticamente non è mai sceso in campo), ma alla fine hanno dovuto soccombere, incassando la seconda sconfitta consecutiva, la seconda sotto la guida di Mattia Croci-Torti.
 
 
Certo, andare a Basilea e tornare a casa senza neanche un piccolo gruzzoletto è
anche una cosa che si può accettare, ma un po’ di rammarico resta comunque, tenendo conto che la buona sorte non ha certo arriso a Bottani nei primi minuti, mentre ha dato una grande mano a Frei, lesto a ribattere in rete una parata imprecisa di Saipi. Se a tutto questo aggiungiamo l’ottimo assist di Kasami per il classico 2-0 di Cabral e le buone occasioni non concretizzate da Sabbatini e Celar… ecco che la “frittata” è bella che completa.
 
 
Peccato, ripetiamo, perché anche nella ripresa – fatta eccezione per l’ottimo rigore, generoso, parato da Saipi a Kasami – la truppa sottocenerina non ha sfigurato ma neanche gli ingressi di Amoura, Lavanchy e Facchinetti sono riusciti a riportare sulla giusta via una sfida nata complicata e diventata difficilissima in corso d’opera.

Guarda anche 

Svizzera al cardiopalma, ma agli ottavi ci andiamo noi

DOHA (Qatar) – Sarà Portogallo-Svizzera l’ottavo di finale che martedì ci farà tremare i polsi. Ancora una volta, insomma, la Svizzera si...
02.12.2022
Sport

Alé Svizzera: con coraggio e senza provocazioni

DOHA (Qatar) – Ci siamo. La partita che, al momento della definizione del calendario del Mondiale, era stata indicata come decisiva per le sorti della Nazionale a Q...
02.12.2022
Sport

Muore a 22 anni durante un allenamento: dramma in Argentina

SAN MIGUEL DE TUCUMAN (Argentina) – Un’autentica tragedia si è abbattuta sul calcio colombiano e argentino: a 22 anni è morto improvvisamente il...
01.12.2022
Sport

Inghilterra-USA, anno 1950: la brutta figura dei “maestri”

LUGANO - La sorprendente sconfitta dell’Argentina contro l’Arabia Saudita ai Mondiali del Qatar conferma, semmai ce ne fosse bisogno, che nel calcio come...
01.12.2022
Sport