Svizzera, 14 ottobre 2021

Il Tribunale federale annulla l'assoluzione di un attivista per il clima che aveva imbrattato una filiale di Credit Suisse

Il Tribunale federale ha annullato l'assoluzione di un attivista per il clima che aveva imbrattato una filiale del Credit Suisse con vernice rossa a Ginevra nell'ottobre 2018. I giudici di Mon Repos hanno stabilito che il giovane non poteva invocare lo stato di necessità putativa.

In una sentenza pubblicata mercoledì, la Corte chiarisce che nel caso dello stato di necessità, ci deve essere un pericolo imminente per un interesse giuridico individuale. Il pericolo deve materializzarsi entro poche ore e non deve essere evitabile in nessun altro modo.

Secondo i giudici, il riscaldamento globale e i disastri che provoca non costituiscono un pericolo imminente. Le conseguenze possono colpire tutti, ovunque e in qualsiasi momento, senza che sia possibile identificare un bene giuridico specifico a rischio.

Secondo il Tribunale federale, l'attivista, appartenente al gruppo "Breakfree Switzerland", non può invocare la libertà di espressione o la libertà di riunione. L'ordine pubblico protegge solo le riunioni pacifiche. Le autorità non devono considerare solo gli interessi dei manifestanti, ma anche salvaguardare le libertà dei terzi non manifestanti.

Nella sua sentenza, il Tribunale federale ha accolto i ricorsi della Procura di Ginevra e del Credit Suisse. Il caso è stato rinviato al tribunale cantonale.

ll tribunale di polizia del canton Ginevra aveva inizialmente condannato l'attivista in prima istanza a pagare 10 aliquote giornaliere a 30 franchi sospesi per danni alla proprietà. In appello invece, era stato assolto dalla Camera di appello e revisione penale.

Guarda anche 

Aveva chiesto soldi per interrompere una gravidanza che non c'era, condannata e espulsa

La donna camerunense di 40 anni, amante di un dirigente di un'azienda, che si era fatta versare quasi 235'000 franchi per porre fine a una sua presunta gravidanza...
21.10.2021
Svizzera

Poliziotta si dava malata per fare l'assicuratrice, dovrà pagare 50'000 franchi

L'ex agente della polizia cantonale di Basilea Città che si dava malata per fare l'assicuratrice (vedi articoli correlati) è stata condannata a paga...
21.10.2021
Svizzera

Calcio in faccia sul campo di 4a Lega: kosovaro condannato a 30 mesi di carcere, ma non espulso

GINEVRA – Vi avevamo raccontato nel 2018 di quanto avvenuto su un campo di calcio del Canton Ginevra, in occasione della sfida tra Versoix e FC Kosova: una vera e p...
15.10.2021
Sport

Fa finta di essere un poliziotto per fare dei controlli stradali, dovrà pagare una multa pesante

È una curiosa sentenza quella emessa negli scorsi giorni dalla giustizia argoviese. Un uomo di 21 anni è stato appena condannato per essersi spacciato per u...
13.10.2021
Svizzera