Svizzera, 12 settembre 2021

Condannati per una partita di calcio in violazione delle regole covid

Un partecipante ad una partita di calcio, tenutasi il 21 maggio 2020 a Losanna, è stato appena condannato per aver violato le regole anti-covid. In precedenza, altri partecipanti a questa partita, incluso l'arbritro, erano già stati sanzionati dalla giustizia vodese.

In quest'ultima sentenza, un giovane di 21 anni residente a Yverdon-les-Bains (VD) è stato condannato dal pubblico ministero vodese a 30 aliquote giornaliere a 30 franchi, sospesi per due anni oltre a dover pagare una multa di 500 franchi e 200 franchi di spese processuali.

Quel giorno di maggio un migliaio di persone si erano radunate nel quartiere la Boveresses di Losanna nella prima serata per assistere alla partita, senza rispettare le norme sanitarie allora in vigore. La polizia, allertata, aveva monitorato il torneo con discrezione e a distanza, senza intervenire per evitare eccessi visto il gran numero di persone, comprese famiglie con bambini. Questo aveva provocato accese discussioni nel cantone romando, allora in pieno lockdown come il resto della Svizzera. Le autorità avevano tuttavia annunciato che gli organizzatori dell'evento sarebbero stati identificati e denunciati.

In quest'ultima sentenza un giovane di 21 anni residente a Yverdon-les-Bains (VD) è stato condannato dal pubblico ministero vodese a 30 aliquote giornaliere a 30 franchi, sospesi per due anni oltre a dover pagare una multa di 500 franchi e 200 franchi di spese processuali. Secondo quanto riferito dai media romandi, sarebbe stato identificato come uno dei giocatori che ha partecipato alla partita.

Lo scorso maggio, quattro partecipanti erano già stati condannati, tra cui un giocatore professionista. Poi, in luglio, l'arbitro di questa partita "illegale" è stato condannato a 30 aliquote giornaliere a 30 franchi al giorno, sospesi per due anni, così come una multa di 400 franchi e le spese processuali. Il pubblico ministero lo aveva considerato uno dei responsabili dell'evento sportivo vietato.


Guarda anche 

Enrico Varriale, la carriera di un giornalista aggressivo

Enrico Varriale fa parte della lunga schiera di giornalisti che passerebbero sulla testa della propria madre pur di avere visibilità o di portare a casa uno...
20.05.2022
Sport

Si tuffa da una scogliera e muore sotto gli occhi di moglie e figli: la tragedia dell’ex calciatore

MAIORCA (Spagna) – Una tragedia sotto gli occhi attoniti e sgomenti dei due figli e della moglie che stava riprendendo la scena col telefonino: è morto in se...
19.05.2022
Sport

Festa Lugano, Ticino in trionfo: il Crus nella storia

BERNA – “Ci credevo dallo scorso 2 settembre. Questo era l’obiettivo”. Parole e musica di Mattia Croci-Torti che ha così commentato ieri la...
16.05.2022
Sport

Lugano, è tutto vero! La Coppa Svizzera è tua!

BERNA – Era il sogno, neanche tanto nascosto, degli ultimi due mesi. Era l’obiettivo che il Lugano, i suoi tifosi e tutto il Canton Ticino avevano messo nel m...
15.05.2022
Sport