Sport, 05 settembre 2021

Una decisione irrispettosa: gli americani partono male

Fa scalpore a Lugano il licenziamento del tecnico brasiliano Abel Braga

LUGANO - Chicago hanno schiacciato il bottone sbagliato! Il signor Joe Mansueto e i suoi accoliti hanno pensato bene di aggiungere anche Abel Braga alla lista delle persone sgradite e poco consone al progetto (ma per favore) cacciandolo a sorpresa nel giorno del suo compleanno. Il tecnico campione del mondo - se qualcuno non lo sapesse il brasiliano nel 2006 ha vinto con l`Internacional il Mondiale per club battendo il Barcellona - finisce dopo appena tre mesi la sua avventura. Una decisione, quella del nuovo corso, che settimana scorsa avevamo ventilato su queste colonne (Ricordate? “Mansueto revolution”), accennando alla possibilità che, presto o tardi, anche l’uomo di Rio sarebbe stato scaricato. Detto fatto, da Oltreoceano è partito il siluro, affondando chi proprio non lo meritava. Una scelta legittima, dicono certuni. Noi, per contro, usiamo un altro aggettivo: irrispettosa! Perché Abel in soli 90 giorni ha creato dentro e attorno alla squadra un clima costruttivo e sereno, perché i risultati, pur non essendo esaltanti, non erano al di sotto delle aspettative (al netto di una rosa ancora da completare) e perché, importante, lui è rimasto a Lugano anche dopo il “pacco” incassato dal ciarlatano Thiago Souza, presuntoproprietario del club, rimettendoci dei soldi. 


Grazie alle buone parole e all`intermediazione dell`allora presidente Renzetti, il tecnico brasiliano, è però rimasto. Affascinato dalla città, dai modidella gente locale e pronto a mettersi in gioco in una realtà completamente diversa dalla sua. Con umiltà, competenza e la giusta dose di pazienza. Un maestro, Abelao. A proposito: chiedere lumi ai giovani bianconeri.


Si diceva prima di scelta legittima: balle! Questa è una scelta arrogante, è la voce del padrone che si fa sentire: voglio, posso, comando…. Un po' come è successo a Bellinzona (vedi licenziamento in tronco di Joao Paiva, vero Bentancur?). Caccio i soldi e allora si fa come dico io. Sarà anche così, il calcio moderno (che schifo) ci ha abituati a questi ribaltoni.


Di certo gli yankees non sono partiti bene: in questi giorni il livello di gradimento, dopo l`euforia dei primi giorni, è sceso parecchio. Basta dare una occhiata ai social. A Braga facciamo tantissimi auguri. E speriamo che il sostituto non sia un aziendalista.

RED.

Guarda anche 

Il Lugano si è fermato a Berna: una sosta più che uno stop

BERNA – YB-Lugano 0-1. Rete, e che rete, di Lovric. Così si è chiuso ieri sera il primo tempo del recupero della quarta giornata di Super League sul s...
02.12.2021
Sport

Ecco (forse) il vero Lugano di McSorley…

LUGANO – Vi ricordate il Lugano di ottobre? Quello che aveva paura anche della sua stessa ombra, quello capace di vincere praticamente solo con l’Ajoie e una ...
02.12.2021
Sport

“Il PSE: ora un FCL completo per Mansueto e un atto di coraggio della Città”

LUGANO – Il giorno dopo è sempre quello più bello. Quando vivi con pathos una vittoria, un risultato importante, difficilmente riesce a godertelo imme...
29.11.2021
Sport

“Mi è tornata la passione grazie ai ragazzi che alleno”

LUGANO - Tanti infortuni, tre operazioni, tanta sofferenza fisica e morale ma alla fine Christian Stucki è riuscito ad uscire dall’incubo. Ha sme...
30.11.2021
Sport