Svizzera, 02 luglio 2021

Giovane svizzera si converte all’Islam, poi vuole tagliare la gola all’ex fidanzato

Una 22enne svizzera compare oggi a processo nel canton Svitto con l’accusa di aver tentato di uccidere l’ex fidanzato afghano e sua madre. Il Ministero pubblico ha chiesto per lei una pena detentiva di 13 anni.

La giovane, come si legge sul Blick, si era innamorata di un afghano sciita quando aveva 16 anni. Per poter vivere una relazione con lui, si era convertita all’Islam.

Quattro anni dopo la ragazza era andata da sola in Libano, dove si era innamorata di un altro uomo, un libanese sunnita. Tornata in Svizzera, si era separata dal fidanzato afghano.

Ma la relazione con lui, seppur finita, continuava a pesarle. Provava “vergogna”. Per questo decise di uccidere lui e sua madre, per “ripulire” il proprio passato.

Nel settembre 2019 si recò a casa dell’afghano sperando di trovarlo. Lui non c’era ma c’era sua madre. La giovane si avventò su di lei, la colpì con una padella e cercò di strangolarla. La donna si salvò grazie all’intervento di un vicino.

Nel febbraio 2020 incaricò un altro uomo, un siriano, di picchiare l’ex fidanzato afghano in modo che lei potesse poi tagliargli la gola. Ma l’uomo si tirò indietro poco prima di passare all’azione. Il giorno dopo trovò qualcun altro disposto a picchiare l’afghano in cambio di 500 dollari. Ma quel giorno arrivò la polizia.

Ora la 22enne rischia 13 anni di carcere. 

Guarda anche 

Omicidio deputato britannico, è terrorismo islamico

L'omicidio del deputato britannico David Amess, accoltellato a morte in una chiesa venerdì nel sud-est dell'Inghilterra, è stato definito come un at...
17.10.2021
Mondo

Norvegia, l'attentatore con arco e frecce si era convertito all'islam

La polizia norvegese ha fornito alla stampa ulteriori informazioni sull'attacco di mercoledì sera. In una conferenza stampa tenutasi giovedì gli inquire...
14.10.2021
Mondo

A Colonia le moschee potranno chiamare alla preghiera del venerdì

Camminando per la città tedesca di Colonia il venerdì sarà presto possibile sentire la chiamata alla preghiera del muezzin. Come annunciato dalla cit...
12.10.2021
Mondo

L’islamizzazione avanza grazie agli “utili idioti” e ai “collaborazionisti”

La votazione del 7 marzo sull’iniziativa antiburqa ha messo in luce un fatto preoccupante in ottica futura. Quasi la metà dei cittadini ha votato contro l&rs...
14.07.2021
Opinioni