Ticino, 28 maggio 2021

È comasco il “fiduciario ticinese” arrestato per una frode fiscale da 21 milioni

Non è ticinese bensì comasco, il fiduciario con studio a Lugano finito in manette l’altroieri in Italia con l’accusa di aver riciclato oltre 21 milioni di euro.

Ieri, nel dare la notizia, tutti i media si sono affrettati a sottolineare la nazionalità dell’indagato, che ha studio in viale Franscini. “Finito in manette fiduciario svizzero” ha ad esempio titolato a caratteri cubitali La Regione, solitamente restia nell’evidenziare la provenienza delle persone indagate.

Ebbene, oggi il Corriere del Ticino scrive che in realtà il “fiduciario luganese” è comasco ed è il
fratello dell’altro principale indagato, già ieri indicato come consulente lombardo.

Ad aver intaccato l’immagine della piazza finanziaria ticinese è quindi, ancora una volta, un cittadino italiano attivo a Lugano e non - come si sarebbe voluto lasciare credere - un ticinese.

I due fratelli arrestati, ricordiamo, sono accusati di aver orchestrato un sistema che avrebbe permesso ad alcuni clienti di sottrarre oltre 21 milioni di euro al fisco italiano. Una parte del denaro sarebbe poi stata utilizzata per atti corruttivi che avrebbero permesso a due diverse aziende italiane di ottenere commesse da 20 milioni l’una.


Guarda anche 

Latitante arrestato mentre prende il treno alla stazione di Chiasso

Un 28enne marocchino, che deve scontare una pena di cinque anni in Italia, è stato arrestato giovedì mattina alla stazione di Chiasso. Come riporta La Re...
03.07.2021
Ticino

Nell’armadietto della stazione aveva merce rubata per 10mila franchi

Un 26enne georgiano è stato arrestato lo scorso giovedì 24 giugno, poco dopo le 14.30, sulla piazza della stazione ferroviaria di San Gallo. Una pattugli...
01.07.2021
Svizzera

Muore per arresto cardiaco sul tram, per 6 ore nessuno si accorge di nulla

Un uomo di 64 anni è morto lunedì in un tram di Zurigo mentre si recava al lavoro e per diverse ore nessuno si è accorto di niente. "Ha avuto un...
25.06.2021
Svizzera

Arrestato dopo 60 furti

Un 29enne serbo è finito in manette con l’accusa di aver commesso una sessantina di furti nel canton San Gallo e nei cantoni limitrofi, per una refurtiva del...
23.06.2021
Svizzera