Svizzera, 26 maggio 2021

Aveva congelato e murato il corpo della moglie per incassare la sua pensione, se la cava con una condanna sospesa

Aveva dapprima congelato e poi murato il corpo della moglie, ma non andrà in carcere in quanto non è stato possibile accertare le cause della morteé

Il tribunale penale della regione del Nord Vaud ha emesso martedì il suo verdetto sul caso di uno svizzero cinquantenne che era stato inizialmente accusato di aver ucciso sua moglie nel 2016 a Orbe (VD), prima che questa accusa fosse ritirata dal procuratore Laurent Contat, che ha infine favorito la pista dell'omicidio colposo e del mancato soccorso.

L'uomo è finalmente stato condannato a 12 mesi di carcere, sospesi per due anni. "L'accusato è coinvolto in un processo fatale, ma non è stato possibile stabilire le circostanze", ha detto il presidente della corte Veronique Pittet, citata dalla stampa romanda.

La corte ha escluso l'omicidio così come l'omicidio colposo, che sarebbe avvenuto dopo un litigio fatale. Ma è stato accusato in particolare di omissione di soccorso, violazione della pace dei morti e assicurazione fraudolenta per aver indebitamente incassato le pensioni della moglie di cui aveva nascosto la morte.

Nel loro rapporto, i medici legali non hanno potuto stabilire la causa della morte a causa dell'alterazione del corpo nascosto dall'imputato da luglio a ottobre 2016. L'uomo affermato che la moglie, una donna che soffriva di schizofrenia paranoica cronica e da cui era separato dal 2012 pur condividendo lo stesso tetto, si era suicidata per impiccagione. Tuttavia, questa versione non è plausibile secondo gli esperti, che non hanno trovato alcuna traccia intorno al collo che possa essere collegata a un'impiccagione. L'accusato, un pensionato al beneficio dell'AI, con una formazione di cuoco ed ex pompiere volontario, ha un "disturbo di personalità infantile".

"Ha aspettato di essere messo alle strette per dire la verità ai suoi figli. Il suo comportamento lo rende sospetto. Ma, in assenza di elementi, il dubbio deve andare a vantaggio dell'accusato", ha ricordato la presidente Véronique Pittet. Il magistrato ha ricordato che dopo due anni di indagini, gli inquirenti non sono stati in grado di stabilire formalmente le circostanze della morte, a causa di molte zone d'ombra.

Guarda anche 

Crivellò di colpi un conoscente in un bar, condannato a 16 anni di carcere

Il tribunale penale di Ginevra ha riconosciuto colpevole di omicidio (tra le altre cose) l'uomo che nel 2016 aveva sparato più volte ad un conoscente in una sa...
04.12.2021
Svizzera

In Svizzera per vendere cannabis, ma all'incontro si presenta con del sapone e una pistola

In Svizzera per vendere cannabis, ma all'incontro si presenta con del sapone e una pistola. Un giovane francese che nel febbraio del 2020 aveva ucciso due uominia Gra...
03.12.2021
Svizzera

Vittima di abusi sessuali da piccolo, finisce a sua volta a processo per stupro

Vittima di abusi sessuali sin da piccolo, finisce a sua volta a processo per stupro. Un 19enne residente nel canton Vaud comparirà il 7 dicembre davanti al Tribuna...
03.12.2021
Svizzera

Autore di una violenta aggressione sessuale rischia carcere e espulsione, "troverà lavoro ma fuori dalla Svizzera"

Un cittadino portoghese residente nel canton Friburgo rischia 42 mesi di carcere e l'espulsione dalla Svizzera per un violento stupro avvenuto nel 2020. Al Tribunale ...
02.12.2021
Svizzera