Svizzera, 08 aprile 2021

Condannato e espulso per aver molestato una ragazza sul bus, "finalmente non lo vedrò più"

Un cittadino francese condannato per aver aggredito sessualmente un'adolescente di Neuchâtel durante due viaggi in autobus a due settimane di distanza è stato espulso dalla Svizzera per cinque anni, una misura ordinata dal tribunale regionale di Littoral e Val-de-Travers. Secondo quanto riferisce il portale "Arcinfo", questo verdetto è stato un sollievo per la vittima che aveva 15 anni al momento dei fatti.

Il 41enne è stato giudicato colpevole di atti sessuali contro un minore ed è stato multato per 60 aliquote giornaliere di 50 franchi. Dovrà inoltre pagare 1'000 franchi di risarcimento per danni morali, ma è la sua espulsione che soddisfa particolarmente la vittima: "Ora sono sicura che non lo vedrò più sull'autobus", ha detto a "Arcinfo".

Secondo il giudice, l'accusato, che vive nel canton Neuchâtel da cinque anni, ha mantenuto una cerchia di amici in Francia e, a parte il suo lavoro e la sua convivenza, non si è particolarmente integrato. l'avvocato del querelante ha chiesto la sua espulsione.

L'adolescente non aveva mai visto il suo aggressore prima del 18 febbraio 2020, quando in un autobus postale affollato, lui le toccò le natiche, le cosce, l'inguine e il petto, sopra i vestiti, per diversi minuti. Lei è rimasta incantata, sentendosi come se stesse guardando, e l'aggressore l'ha fatto di nuovo sullo stesso percorso dell'autobus il 5 marzo 2020, spingendo la giovane a sporgere denuncia.

Non avendo il biglietto dell'autobus, l'imputato era stato identificato da un controllore, il che ha facilitato l'indagine. Ogni volta che lo incontrava di nuovo per la vittima era il panico: "Ho chiamato mio padre in lacrime", racconta la ragazza.

L'imputato si è opposto all'ordine penale della Procura, che non aveva chiesto l'espulsione. È comparso davanti al tribunale regionale di Littoral e Val-de-Travers il 9 marzo, ma non ha assistito al verdetto il 30 marzo.

Guarda anche 

Pesanti condanne per un caso di corruzione alla SECO, "il più grave da decenni nella storia svizzera"

Per quindici giorni il Tribunale penale federale di Bellinzona nel mese di agosto si è occupato di uno dei più grandi casi di corruzione nella storia del...
19.09.2021
Svizzera

Fa ricorso per una multa per divieto di sosta, alla fine dovrà pagare 15 volte tanto

Succede, talvolta, che quando si fa ricorso per una multa, si riesce a farla annullare, o comunque ridurre l'importo, quando si è convinti di non aver commesso...
18.09.2021
Svizzera

Derubava i clienti FFS mettendo un fazzoletto nel distributore di biglietti

Un cittadino francese residente a Ginevra è riuscito a sottrarre circa 2'000 franchi a clienti delle FFS bloccando l'erogatore del resto dei distributori d...
13.09.2021
Svizzera

Anziana finisce in ospedale dopo essere stata avvelenata, due dipendenti di una casa per anziani a processo

È una vicenda degna di un romanzo giallo quella avvenuta in una casa per anziani di Laufen (BL) nel 2018. Una ex dipendente è sotto processo al tribunale...
08.09.2021
Svizzera