Sport, 04 aprile 2021

Morte Astori: richiesta condanna per 1 anno e 6 mesi!

A Firenze si sta tenendo il processo per la morte dell’ex capitano della Fiorentina

FIRENZE (Italia) – 1 anno e 6 mesi di reclusione. Questa la richiesta che il pm di Firenze ha formulato nei confronti del medico Giorgio Galanti, accusato di omicidio colposo nel processo che si sta svolgendo in rito abbreviato per la morte di Davide Astori, l’ex capitano della Fiorentina trovato senza vita il 4 marzo 2018, mentre si trovava in una camera di un albergo a Udine, durante la trasferta di campionato.
 
 
Il medico Galanti è l’unico imputato. All’epoca dei fatti era il direttore sanitario del Centro di riferimento di medicina dello sport dell’Azienda ospedaliera universitaria di Careggio: la procura di Firenze gli contesta
il rilascio ad Astori di due certificati di idoneità sportiva, nel luglio 2016 e nel luglio 2017.
 
 
I certificati, stando a una consulenza tecnica, vennero rilasciati nonostante fossero emerse, durante le prove da sforzo, aritmie cardiache che avrebbero dovuto indurre i medici ad effettuare accertamenti più approfonditi, che avrebbero potuto consentire di interrompere l’attività agonistica di Astori e, tramite farmaci, rallentare la malattia, prevenendo l’insorgenza di “aritmie ventricolari maligne”. Secondo l’accusa, Astori morì proprio per la mancata diagnosi di una cardiomiopatia aritmogena diventricolare.

Guarda anche 

Condannato ed espulso, ma potrà restare in Svizzera

Venti mesi di detenzione, delle misure terapeutiche stazionarie e otto anni di espulsione dalla Svizzera. È questa la sentenza pronunciata dal tribunale di Bienne ...
22.04.2021
Svizzera

Il Lugano sarà bruttino, ma torna a vincere

LUGANO – Certo, se si vuole il calcio champagne, è meglio guardare altrove, ma è innegabile che quando il Lugano gioca questo tipo di partite, in cui ...
22.04.2021
Sport

Ha spacciato per anni a Lugano: niente carcere né espulsione

Non andrà in carcere né sarà espulso dalla Svizzera il 45enne nigeriano comparso stamattina in aula a Lugano con l’accusa di aver spacciato coc...
21.04.2021
Ticino

Rifugiato a processo per tentato stupro, sesso con pecore, minacce e furti: "Mai vista una cosa del genere"

Vive in Svizzera solo dal 2015 ma ne ha già combinate di tutti i colori. Tentato stupro di una ragazza, sesso con animali, furti, consumo di droga, minacce contro ...
20.04.2021
Svizzera